Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Detailing » Strumenti ed accessori. » Differenza tra platorelli soft e rigidi

Differenza tra platorelli soft e rigidi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 21:32

L0r3nz0rm


Detailer Novello
Presentazione del topic un po fuorviante , ma in tema del detailing .
Secondo la vostra esperienza tra un platorello soffice ossia piu spugnoso perdonatemi il termine . E uno piatto quindi piu rigido . Con quale dei due si avrebbe maggiore potenza di correzione ? ,( premetto usato con lo stesso pad e lo stesso compound sullo stesso supporto , inteso come pannello della macchina . Ammesso e non concesso che venga utilizzata la stessa forza di spinta sulla macchina lucidatrice .)
Io un idea me la sono fatta anche se da inesperto e pura teoria .
Magari qualcuno piu esperto potrebbe fornire la sua personale opinione
))

Vedere il profilo dell'utente

2 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:21

ciccante88


Detailer Superesperto

Vedere il profilo dell'utente

3 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:31

DavideSR


Moderatore
Ha chiesto dei platorelli non dei tamponi...

Vedere il profilo dell'utente

4 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:34

ciccante88


Detailer Superesperto
giusto, svista mia...Rolling Eyes non ho mai provato la differenza ma immagino che a livello di taglio non ci siano differenze sostanziali!

Vedere il profilo dell'utente

5 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:38

Giovanni92


Laureato in Detailing
Credo che sia più che altro un fatto di comfort e adattamento alle curvature del pannello

Vedere il profilo dell'utente

6 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:42

L0r3nz0rm


Detailer Novello
Bellissima spiegazione quella dell'admin sui tamponi , ma io mi riferisco al platorello . Ci sarà un perche ad esempio sulle orbitali da carteggiatura i platorelli sono " rigidi " invece dei soft come per es puo essere un dodo che e alto e morbido .

Vedere il profilo dell'utente

7 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:45

Pancio


Apprendista Detailer
Penso che faccia fare più taglio al tampone un plattorello duro, per il semplice fatto che quello morbido assorbe parte del "peso" che dai alla macchina.

Vedere il profilo dell'utente

8 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Ott 2013 - 22:50

L0r3nz0rm


Detailer Novello
Lo penso anche io pero se e cosi perche i surburf che sono forse solo dopo la lana il tampone con maggior taglio , hanno un discreto spessore e come dimostrato da un test di " pelo " lavorano anche su un platorello medio alto  ( come e possibile vedere nel suo test )
Qui
))

Vedere il profilo dell'utente

PELO


Laureato in Detailing
con i tamponi in microfibra non credo che la rigidità del platorello influisca più di tanto, perché con questi tamponi la pressione esercitata dall'operatore deve essere di molto inferiore rispetto a quando si usano quelli in spugna, altrimenti la microfibra lavora male

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

10 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mer 16 Ott 2013 - 7:39

ciccante88


Detailer Superesperto
Si anch'io penso che sia solo un discorso di comfort a livello di vibrazioni perchè toccando il platorello comunque sia si è più morbido ma non eccessivamente quindi neanche la pressione dell'operatore riuscirebbe ad ammortizzare più di tanto. A maggior ragione con i tamponi in micro o lana che prima che il platorello ammortizzi il peso, già ha iniziato a lavorare male da un bel pezzo.

Vedere il profilo dell'utente

11 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mer 16 Ott 2013 - 10:01

Admin


Admin
Bisognerebbe distinguere un pò tra lucidatrice rotativa e rotorbitale:

- su rotativa trovo che l'effetto soggettivo, e quindi il gusto ed il feeling personale, sia più importante del motivo tecnico in se. Quindi le considerazioni che seguono sono frutto del mio gusto. Con i tamponi in spugna (anche quelli low profile come Hydro-Tech della LC o Hex Logic della Chemical Guys) preferisco un platorello sottile ma con bordi soft come quelli flessibili. L'altezza generale della combinazione platorello-tampone rimane accettabile ma il tampone è libero di muoversi tranquillamente anche sulle zone più curve. Con i tamponi in lana, invece, preferisco platorelli alti e soft (come Gtechniq, LCDA ecc...). Lavoro spesso di taglio con questi pad e questi platorelli permettono di eseguire con più tranquillità i "numeri da circo" a volte necessari per lavorare in zone scomode o per sfruttare al massimo il potere di taglio della lana. I platorelli del tutto rigidi, invece, non li ho mai apprezzati su rota: troppo vincolanti.

- su rotorbitale, invece, le motivazioni sono molto spesso di carattere tecnico. Una roto dovrebbe lavorare quanto più possibile in modo parallelo rispetto alla superficie, sia per sfruttare al meglio la superficie del tampone che per limitare lo stress della lucidatrice. Con tamponi sottili come Cool Pad e Cool Wool, un platorello soft alto (come quello Dodo Juice) permette di mantenere il tampone parallelo ed aumentare il confort generale. Tuttavia bisogna prestare particolare attenzione alla rotazione libera del platorello. Partire e fermarsi sempre sulla superficie, mai a vuoto! E dosate una moderata pressione, non fate girare a vuoto il platorello, altrimenti potrebbero verificarsi rotture nella spugna del platorello. Con mf più spesse (Black Optics, Dodo MF, Megs MF, Surbuf) e con i tamponi in spugna, invece, trovo che i tamponi rigidi siano più comodi (il movimento è più fermo e controllato) e che il tampone lavori più uniformemente su tutta la superficie.


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

12 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mer 16 Ott 2013 - 12:03

L0r3nz0rm


Detailer Novello
Spiegazione esaustiva . Grazie admin ))

Vedere il profilo dell'utente

13 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mer 16 Ott 2013 - 13:06

Black Mamba


Apprendista Detailer
thread da salvare e mettere nelle guide! Smile Ottimo

Vedere il profilo dell'utente

14 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mer 16 Ott 2013 - 15:24

ciccante88


Detailer Superesperto
Wink 

Vedere il profilo dell'utente

15 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Dom 13 Mar 2016 - 14:03

henry 72


Apprendista Detailer
Admin ha scritto:

- su rotorbitale, invece, le motivazioni sono molto spesso di carattere tecnico. Una roto dovrebbe lavorare quanto più possibile in modo parallelo rispetto alla superficie, sia per sfruttare al meglio la superficie del tampone che per limitare lo stress della lucidatrice. Con tamponi sottili come Cool Pad e Cool Wool, un platorello soft alto (come quello Dodo Juice) permette di mantenere il tampone parallelo ed aumentare il confort generale. Tuttavia bisogna prestare particolare attenzione alla rotazione libera del platorello. Partire e fermarsi sempre sulla superficie, mai a vuoto! E dosate una moderata pressione, non fate girare a vuoto il platorello, altrimenti potrebbero verificarsi rotture nella spugna del platorello. Con mf più spesse (Black Optics, Dodo MF, Megs MF, Surbuf) e con i tamponi in spugna, invece, trovo che i tamponi rigidi siano più comodi (il movimento è più fermo e controllato) e che il tampone lavori più uniformemente su tutta la superficie.

Riapro questo post,per togliermi un ultimo dubbio: Con ERO600 e tamponi IConic 130Mn,il platorello fornito va bene o è meglio sostituirlo con uno soft come "1A Soft 6+1 123"  Mi riferisco,sopratutto al passaggio su zone concave o convesse.
Con platorello soft, migliora il confort d'utilizzo? Rolling Eyes Si riducono le vibrazioni? Rolling Eyes
Ciao e grazie. Wink



Ultima modifica di henry 72 il Mar 15 Mar 2016 - 23:55, modificato 1 volta

Vedere il profilo dell'utente

16 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Mar 2016 - 17:35

Admin


Admin
Il platorello in dotazione è perfetto mentre il Soft 6+1 è studiato per rendere il movimento più morbido su zone molto curve. Chiaramente si perde un po' di cattiveria Wink


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

17 Re: Differenza tra platorelli soft e rigidi il Mar 15 Mar 2016 - 22:10

henry 72


Apprendista Detailer
Ok... Grazie! Wink  Il soft comunque è nel carrello (sempre meglio essere attrezzati) ,così avrò modo di valutare pro e contro,a seconda della superficie su cui andrò a lavorare.Smile

Vedere il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum