Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Detailing » Strumenti ed accessori. » Addolcitori manuali e automatici (eliminare calcare dall'acqua)

Addolcitori manuali e automatici (eliminare calcare dall'acqua)

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... , 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 12 di 13]

NOFX


Diplomato in Detailing
a questo punto penso che quello da lavatrice
funzioni alla stessa maniera
ma....costa 6 euro
ì salì mantengonò ìl calcare in sospensione

Vedere il profilo dell'utente

crackman


Apprendista Detailer
la differenza tra quello di lavatrice e l'altro è la portata... ma con idro standard amatoriali, anche quello da lavatrice va benissimo...

fermo restanto che, per abbattere il calcare, esiste solo opzione addolcitore e basta.....

Vedere il profilo dell'utente http://www.yellowghost.com

NOFX


Diplomato in Detailing
yes
ma in altro port è stato bocciato
ma questo è stato promosso
non penso siano stati inventati polifosfati diversi da quelli già in commercio
o perlomeno io non è ho trovato traccia
....Mìstero

Vedere il profilo dell'utente

Davide111


Aiutante Detailer
Provo a dire la mia da studente della triennale, quindi se qualcuno ne sa di più sono pronto ad imparare!
Il discorso lo vedo relativamente semplice:
Si definisce acqua dura un'acqua la cui concentrazione di ioni Ca2+ e Mg2+ è elevata; ciò comporta la formazione di residui bianchi sulla carrozzeria se non asciugata in tempo. Per addolcire l'acqua l'unico metodo è utilizzare delle resine a scambio ionico nelle quali si verifica uno scambio tra i suddetti cationi con altri come ad esempio sodio e potassio.

Utilizzando i polifosfati la durezza dell'acqua non cambia; ciò vuol dire che portando l'acqua in uscita dal filtro ad analizzare si otterrebbe lo stesso i valore di durezza dell'acqua della stessa fonte non trattata.
Questo perchè non si ha alcuna sostituzione ionica, ma una "complessazione tra fosfati e i cationi incriminati"; in sostanza i polifosfati intrappolano ioni Ca2+ e Mg2+. Ovvero ci sono ma non si vedono e non precipitano come solido bianco.

Generalmente i polifosfati sono già aggiunti nei saponi per aumentare le proprietà detergenti degli stessi; ciò è dovuto al fatto che in presenza di Ca2+ e Mg2+ i tensioattivi contenuti nei saponi formano dei complessi con questi ultimi e quindi è come se si va ad avere una concentrazione di detersivo minore. Con i polifosfati che sequestrano tali cationi la concentrazione del detersivo è virtualmente maggiore, nel senso che se ne dispone di una maggiore quantità per detergere.

Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
yes
la domanda è
i sali nel filtro di Uccio
secondo voi sono o no come quellì normalmente venduti
Mistero...

Vedere il profilo dell'utente

Davide111


Aiutante Detailer
NOFX ha scritto:yes
la domanda è
i sali nel filtro di Uccio
secondo voi sono o no come quellì normalmente venduti
Mistero...

Questo a priori non è possibile dirlo.
Credo (mia ipotesi) che tra le differenti tipologie di polifosfati un miglior funzionamento rispetto ad altri tipi possa essere imputabile ad una maggiore solubilità di tali polifosfati in acqua. Una maggiore solubilità porterebbe a sequestrare a parità di volume maggiori quantità di ioni Ca2+ e Mg2+ aumentandone l'effetto di mascheratura del calcare!

Off Topic Sono praticamente dei Glaze per il calcare !! lol! lol!

Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
alla lunga questacqua salata diciamo cosi
va a rovinare vernice.gomme.guarnizioni ?

che poi alla fine è quello che più ci interessa
Mistero...

Vedere il profilo dell'utente

Davide111


Aiutante Detailer
Bisognerebbe sapere la composizione di ogni filtro. Se sono solo polifosfati non dovrebbero esserci problemi; se magari sono presenti altri composti del fosforo si potrebbero avere variazioni di pH significative.
Già una prova con una cartina al tornasole dell'acqua in uscita potrebbe chiarire le idee.
Con un pH intorno alla neutralità su vetture protette non starei a farmi troppi problemi.

Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
speriamo ci siano aggiornamenti da chi li usa
ed ha le cartine
Grazie

Vedere il profilo dell'utente

Admin


Admin
Ottimo Davide111 questi si che sono tutti ottimi spunti costruttivi Wink
Grazie per le info!


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

Blackzeta


Detailer Novello
Ecco come ho montato il filtro...l'ultima modifica sarà spostarlo lontano dalla caldaia...



Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
ottima up Very Happy

mica per caso ti ritrovi una  cartina al tornasole Very Happy
in modo da misurare e farci sapere il PH dell'acqua in uscita come suggerito da Davide
sarebbe davvero fantastico.....poter accedere a tale informazione

Vedere il profilo dell'utente

PELO


Laureato in Detailing
bisogna anche dire che la "preoccupazione" maggiore, è nel risciacquo finale con sola acqua, non durante l'utilizzo dei detergenti che contengono già polifosfati.
Io continuo a preferire i filtri con le resine. per un uso casalingo sulla propria auto, l'autonomia delle resine è enorme. Ce ne sono anche di monouso: a resina "esausta" si buttano via e se ne prende un altro

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

crackman


Apprendista Detailer
si ma quelli monouso costano troppo.... alla fine rigenerare le resine costa praticamente nulla, 1kg di sale e quale lt di acqua (dipende da quante resine ci sono).... gl iaddolcitori manuali per me sono la soluzione migliore...

si trovano a 80 euro..... e con un serbatoio da 8lt di resine possono fare 3000lt di acqua con una durezza medi aitaliana.....e considerando di usarlo solo per i riscacqui finali .... dura una vita

Vedere il profilo dell'utente http://www.yellowghost.com

Blackzeta


Detailer Novello
NOFX ha scritto:ottima up Very Happy

mica per caso ti ritrovi una  cartina al tornasole Very Happy
in modo da misurare e farci sapere il PH dell'acqua in uscita come suggerito da Davide
sarebbe davvero fantastico.....poter accedere a tale informazione

purtroppo nessuna cartina tornasole...

Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
peccato Sad Sad

se ti dovesse capitare di reperirle......tienici aggiornati Very Happy

Grazieee

Vedere il profilo dell'utente

tek78


Apprendista Detailer
PELO ha scritto:bisogna anche dire che la "preoccupazione" maggiore, è nel risciacquo finale con sola acqua, non durante l'utilizzo dei detergenti che contengono già polifosfati.
Io continuo a preferire i filtri con le resine. per un uso casalingo sulla propria auto, l'autonomia delle resine è enorme. Ce ne sono anche di monouso: a resina "esausta" si buttano via e se ne prende un altro
Quoto al 100%
Infatti i miei pensieri sono direzionati verso questo tipo di soluzione, che gli inglesi adottano con successo Cool

Vedere il profilo dell'utente

Only HONDA


Diplomato in Detailing
La penso anch'io esattamente come pelo

Vedere il profilo dell'utente

frask


Diplomato in Detailing
Conosco Uccio da un pò, ho girato i vostri quesiti essendo lui un esperto del settore.
Per fare doverosa chiarezza e condividerla alla portata di tutti, ecco quanto mi riferisce.
Davide111 ha scritto:Utilizzando i polifosfati la durezza dell'acqua non cambia; ciò vuol dire che portando l'acqua in uscita dal filtro ad analizzare si otterrebbe lo stesso i valore di durezza dell'acqua della stessa fonte non trattata.
Vero
Davide111 ha scritto:Questo perchè non si ha alcuna sostituzione ionica, ma una "complessazione tra fosfati e i cationi incriminati"; in sostanza i polifosfati intrappolano ioni Ca2+ e Mg2+. Ovvero ci sono ma non si vedono e non precipitano come solido bianco.
Vero
Davide111 ha scritto:Generalmente i polifosfati sono già aggiunti nei saponi per aumentare le proprietà detergenti degli stessi;
Lo era una volta, adesso vietato per legge.
Davide111 ha scritto:Bisognerebbe sapere la composizione di ogni filtro. Se sono solo polifosfati non dovrebbero esserci problemi; se magari sono presenti altri composti del fosforo si potrebbero avere variazioni di pH significative.
Sono solo polifosfati cristalli a lento rilascio.
Davide111 ha scritto:Già una prova con una cartina al tornasole dell'acqua in uscita potrebbe chiarire le idee.
Con un pH intorno alla neutralità su vetture protette non starei a farmi troppi problemi.
I polifosfati hanno un effetto tampone verso un PH alcalino dovuto ai silicati.
Non spingono comunque verso l'alcalino per l'effetto tampone, anche con l'addolcitore pur avendo il problema dell'alcalinità non si hanno problemi di ossidazione.
Si ha ossidazione quando si hanno dei composti chimici che sottraggono elettroni tipo cloro, acqua ossigenata, bromo.
L'addolcitore può creare in un periodo più lungo problemi di corrosione dovuto al quantitativo di cloruro di sodio presente.
NOFX ha scritto:alla lunga questacqua salata diciamo cosi
va a rovinare vernice.gomme.guarnizioni ?

che poi alla fine è quello che più ci interessa
Mistero...
Non è salata o perlomeno non altera il sodio e i cloruri presenti.
L'acqua salata sicuramente la troverai in uscita addolcitore ed inoltre troverai un ph più alto in relazione ai carbonato di sodio che sostituiscono quelli di calcio.
PELO ha scritto:bisogna anche dire che la "preoccupazione" maggiore, è nel risciacquo finale con sola acqua, non durante l'utilizzo dei detergenti che contengono già polifosfati.
I detergenti non contengono più polifosfati già da un pò perchè in alta concentrazione crea squilibri nelle acque di superficie.
Dovresti specificare la tua preoccupazione di che tipo nel risciacquo finale con la sola acqua.
crackman ha scritto:si ma quelli monouso costano troppo.... alla fine rigenerare le resine costa praticamente nulla, 1kg di sale e quale lt di acqua (dipende da quante resine ci sono).... gl iaddolcitori manuali per me sono la soluzione migliore...

si trovano a 80 euro..... e con un serbatoio da 8lt di resine possono fare 3000lt di acqua con una durezza medi aitaliana.....e considerando di usarlo solo per i riscacqui finali .... dura una vita
Su addolcitore manuale da 8 lt con una durezza media dell'acqua di 35 GrF si ha un'autonomia di 1 mc e non 3 mc.
Per la rigenerazione bisogna aprirlo ed immettere sale (1/1,5 kg) e fargli fare i passaggi per circa 30/45 minuti.

Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
Ottimo Frask

Vedere il profilo dell'utente

Davide111


Aiutante Detailer
Ottimo contributo! Ne è nato un dibattito costruttivo e si è fatta molta luce in merito.

Vedere il profilo dell'utente

ghid


Diplomato in Detailing
A me il filtro di Uccio, con una piccola spesa, ha risolto i problemi di calcare. Interessante la discussione, non mi dispiace sicuramente l'idea di capire anche come e perché funzioni così bene
I

Vedere il profilo dell'utente

AlexD


Apprendista Detailer
Esatto! Grazie mille Fra per gli aggiornamenti e delucidazioni! Smile

Vedere il profilo dell'utente

valvoramo


Detailer Novello
Sarò gniucco ma io da queste 12 pagine non ho capito se questo benedetto filtro lasci o no residui di calcolare sull'auto....

Vedere il profilo dell'utente

NOFX


Diplomato in Detailing
Toccherebbe parlarne un po' meglio e approfondire il tema qui.......... su' ARAGONITE



Vedere il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 12 di 13]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... , 11, 12, 13  Seguente

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum