Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Detailing » L'arte della lucidatura: claying, correzione e polishing. » Tecnica "Zenith point"..ne parliamo?

Tecnica "Zenith point"..ne parliamo?

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 3]

26 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Ven 14 Gen 2011 - 23:21

Emanuele B


Moderatore
Ottimo, infatti questo post e' molto interessante. Piu' lucido e piu' mi rendo conto pero' che esistono tantissime variabili. .....Ogni lucidatura e' a se stante! L' esperienza, la capacita' di decifrare il contesto e di adattarsi fa veramente la differenza sul risultato finale. ........Che meraviglia lucidare! !
Molti detailer sui siti stranieri pubblicano i lavori senza indicare i prodotti utilizzati non ho mai capito perché. .........non basta avere lo stesso strumento per ottenere lo stesso risultato. ........è altro a fare la differenza


_________________


GUARDA I MIEI DETAILING
.....( grazie chef !! )

Pricipi di dettagliologia vissuta

1) Il 4° vizio capitale ......che roba brutta !

2) il detailing lo fa il detailer .....i prodotti aiutano (ma vanno saputi usare !!)

3) Senza l' U Factor  sei un brocco
Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

27 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Sab 15 Gen 2011 - 10:19

Admin


Admin
è vero... l'uso della rotativa in particolare è molto affascinante perche non ha limiti: ci si può divertire con combinazioni differenti, alchimie diverse e la voglia di sperimentare cresce sempre!


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

28 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Sab 22 Gen 2011 - 22:25

carletto83


Detailer Novello
idem con patate. infatti quando si mette in pratica alla lettera qualche procedura letta da qualche parte iniziano i problemi... quando invece s'inizia ad osservare quello che ti sta davanti in quel momento e si usa la propria testa le cose iniziano ad andar bene. l'importante è la comprensione del "concetto" di che cos'è la tecnica zenith...

Vedere il profilo dell'utente

29 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Dom 23 Gen 2011 - 17:59

Droxx


Aiutante Detailer
Dove posso leggere qualcosa in più su questa tecnica?

Vedere il profilo dell'utente

30 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Dom 23 Gen 2011 - 18:01

Newentry


Moderatore
Ciao Droxx, ti aspettiamo nella sezione presentazioni!

Vedere il profilo dell'utente

31 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Dom 23 Gen 2011 - 18:11

superAndre


Diplomato in Detailing
Droxx ha scritto:Dove posso leggere qualcosa in più su questa tecnica?


http://www.detailingworld.co.uk/forum/showthread.php?t=66024&highlight=dave+kg+zenith+point Wink

Vedere il profilo dell'utente

32 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Mer 22 Giu 2011 - 23:09

FabrizioTDI


Apprendista Detailer
Un informazione. Oggi parlavo con un mio amico carrozziere sugli ologrammi che provengono da una scorretta/assenza applicazione della tecnica Zenith.

Bene, lui mi ha detto che per togliere questi "aloni", dopo la lucidatura cambia tampone e ne usa uno speciale? Question

Io so che per una perfetta finitura con la rota bisogna utilizzare al meglio la tecnica Zenith, ottenendo così un ottimo risultato.

Qualcuno sa qualcosa in merito? Very Happy

Fabrizio

Vedere il profilo dell'utente http://www.spgarage.it

33 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Mer 22 Giu 2011 - 23:14

canest


Detailer Novello
Probabilmente utilizza, nel secondo passaggio, un tampone da finitura proprio perchè non è riuscito ad applicare la tecnica Zenith con un solo passaggio (col tampone da taglio) Wink

Vedere il profilo dell'utente

34 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 0:26

FabrizioTDI


Apprendista Detailer
Ma quindi in alternativa alla tecnica zenith io potrei fare eventualmente due passaggi con due tamponi differenti e ottenere il medesimo risultato?

Vedere il profilo dell'utente http://www.spgarage.it

35 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 0:41

leonidas


Diplomato in Detailing
diciamo che se in fase di tagli crei qualche ologramma poco interessa dato che poi dopo faresti un passaggio di finitura (e in questo caso però è importante avere poi la superficie perfetta senza difetti!)

Vedere il profilo dell'utente

36 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 0:43

FabrizioTDI


Apprendista Detailer
Ok ma quindi anche se io avessi il tampone di finitura per ottenere una superficie perfetta dovrei sempre applicarla la tecnica no?

Scusate la cocciutaggine ma sto cercando di capire bene Smile

Vedere il profilo dell'utente http://www.spgarage.it

37 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 0:46

leonidas


Diplomato in Detailing
difficile dirlo così a priori...

mi verrebbe da dirti di si perchè quello degli ologrammi è un difetto appunto creato dalla rotativa..

però può pure essere che per come applichi il prodotto/lavori magari non li crei con tampone da finitura...chi lo sa...dipende anche dal tipo di trasparente che stai lavorando..


insomma...lo devi valutare te mentre lavori.

Vedere il profilo dell'utente

38 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 0:47

FabrizioTDI


Apprendista Detailer
Ok, sei stato chiaro, grazie a tutti Very Happy

Vedere il profilo dell'utente http://www.spgarage.it

39 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 18:49

Admin


Admin
La tecnica Zenith è comunque essenziale: cambiare tampone, ed usarne uno più specifico per la finitura, è comunque da fare, ma questo non prescinde dalla Zenith Wink


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

40 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Gio 23 Giu 2011 - 19:13

FabrizioTDI


Apprendista Detailer
Grazie Antonio Smile

Vedere il profilo dell'utente http://www.spgarage.it

41 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Ven 16 Dic 2011 - 19:27

diablus


Apprendista Detailer
Usando i tamponi piccoli si deve aumentare la velocità rispetto a quelli più grandi ?

Vedere il profilo dell'utente

42 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Ven 16 Dic 2011 - 19:31

Admin


Admin
No anzi! L'azione è mirata in un determinata zona ed io ridurrei la velocità Wink


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

43 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Ven 16 Dic 2011 - 19:36

diablus


Apprendista Detailer
Grazie, l'ho detto perchè pensavo che dato che i tamponi grandi hanno una velocità angolare maggiore, con i piccoli si poteva dare più potenza per farli girare come quelli grandi... ma invece non serve... grazie!!!

Vedere il profilo dell'utente

44 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Ven 8 Feb 2013 - 0:26

Protox Lancia Y


Apprendista Detailer
diablus ha scritto:Grazie, l'ho detto perchè pensavo che dato che i tamponi grandi hanno una velocità angolare maggiore, con i piccoli si poteva dare più potenza per farli girare come quelli grandi... ma invece non serve... grazie!!!

Chiedo in anticipo scusa per aver "riuppato" il topic, leggevo questo interessante argomento e mi son sentito di esprimere il mio parere seppur principiante (e in fase di decisione sulla rotativa!)

Anche a me è balzato subito questo pensiero, maggiore è il diametro del platorello e maggiore è la velocità periferica; ovvero a pari regime di rotazione (diciamo 1000 giri/min) la periferia di un disco da 180mm viaggia molto più che un disco da 140mm. Chiunque abbia nozioni di utensili elettrici conosce questo principio come velocità di taglio, di truciolo o con termini simili.

E' anche verò che un disco da 180mm ha un'aria molto maggiore rispetto ad un disco da 140mm e quindi la pressione unitaria (ovvero pressione esercitata/superficie in gioco) è minore al crescere del diametro.

Cosa sia maggiormente importante tra pressione e velocità andrebbe appurato e sicuramente, riallacciandomi al discorso precedente, dipende tantissimo dalla natura degli abrasivi e del composto. Su un abrasivo come il Meg 105 probabilmente è più importante il fattore pressione mentre magari su un polish come il Meg 205 (che come molti polish è ben carico di agenti oleosi che dovrebbero anche favorire il raffreddamento) è maggiormente importante il fattore velocità.

Vedere il profilo dell'utente

45 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Ven 8 Feb 2013 - 10:25

Admin


Admin
Confermo: con rotativa maggiore è la dimensione del tampone maggiore sarà il livello di correzione e la capacità di taglio Wink


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

46 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Dom 10 Feb 2013 - 19:14

Protox Lancia Y


Apprendista Detailer
grazie Antonio; concettualmente (visto che non ho esperienze specifiche sulla lucidatrice ma conosco bene altri attrezzi elettrici) un disco grande restituisce una controcoppia al polso maggiore di uno piccolo ma lavorando su superfici "pianeggianti" stabilizza meglio i movimenti laterali piuttosto che uno piccolo. o no?

Vedere il profilo dell'utente

47 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Dom 10 Feb 2013 - 22:27

PELO


Laureato in Detailing
Admin ha scritto:Confermo: con rotativa maggiore è la dimensione del tampone maggiore sarà il livello di correzione e la capacità di taglio Wink

bene...è arrivato il momento di battezzare i tamponi meg da 7 :-)

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

48 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Lun 11 Feb 2013 - 10:29

Admin


Admin
Protox Lancia Y ha scritto:grazie Antonio; concettualmente (visto che non ho esperienze specifiche sulla lucidatrice ma conosco bene altri attrezzi elettrici) un disco grande restituisce una controcoppia al polso maggiore di uno piccolo ma lavorando su superfici "pianeggianti" stabilizza meglio i movimenti laterali piuttosto che uno piccolo. o no?

Un platorello di dimensioni maggiori, soprattutto i flessibili, stabilizza di sicuro il lavoro in zone più scomode (a discapito però dell'handling) e quando si vuole azzardare il taglio con platorello verticale rispetto alla superficie della lucidatrice.
Non sono però sicuro che la controcoppia al al polso (se per questa intendi l'energia che la lucidatrice scarica sul polso) sia maggiore. Anzi, mi viene da pensare che, essendo distribuita su uno strumento di maggiori dimensioni totali, sia minore.


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

49 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Lun 11 Feb 2013 - 22:34

Protox Lancia Y


Apprendista Detailer
grazie di nuovo

Vedere il profilo dell'utente

50 Re: Tecnica "Zenith point"..ne parliamo? il Lun 7 Lug 2014 - 21:02

Vave86


Apprendista Detailer
Mi sono letto tutta la discussione ma non ho capito bene una cosa... ve la spiego con un esempio: mettiamo che io voglia fare una lucidatura in tre step, in particolare usando il tris Menzerna. I due step iniziali, quindi FG400 e PF2500 lavorati con tecnica zenith. Supponiamo che il lavoro sia stato fatto bene e che non ci siano ologrammi. L'ultimo passaggio con SF4000 e un tampone morbido tipo il nero LCDA possono creare ologrammi se non viene applicata la zenith?

Vedere il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 3]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum