Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Galleria » I vostri lavori... » Fiat GPunto by Carlo86

Fiat GPunto by Carlo86

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 4 di 5]

76 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 14:09

IvanTO


Detailer Novello
vts79 ha scritto:ma voglio provare la tecnica di andrea.....
Si può sapere qualcosina di più su questa tecnica?! Wink

Vedere il profilo dell'utente http://www.s2kclub.net/Forum/viewtopic.php?t=6532

77 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 15:13

Emanuele B


Moderatore
carlo secondo me hai lavorato su zone troppo ampie......una sezione grande come 1/2 cofano e' eccessiva.il 105 cosi' facendo si e' seccato intasando prematuramente il pad.un pad non pulito e' poco efficente in termini di correzione e i residui di compound compromettono la bonta' della finitura.Correggere con la roto e' un'operazione lunga e richiede pazienza e concentrazione......
ti consiglio di lavorare su zone non piu' grandi di 40x40 (io con un compound non vado oltre i 30x30)con movimenti di circa 1 cm x secondo applicando parecchia pressione ma non tale da bloccare la rotazione del pad.Una sezione ridotta ti permette di tenere "sotto pressione" il prodotto cioe' di lavorarlo frequentemente e cioe' in maniera completa.In questo modo otterrai correzione e eviterai l'intasamento del pad! io su un'auto come la tua utilizzerei almeno 2 pad ma con l'accortezza di pulire il tampone almeno ogni 3 sezioni di 40x40.Altra cosa essenziale con la roto e' permettere sempre la rotazione del pad in quanto senza questa si produrra' scarso attrito e quindi scarsa correzione.la roto e' relativamente poco potente e percio' se il pad non viene mantenuto perfettamente piatto(postura sbagliata,irregolarita'della superfice da lucidare etc)e'molto semplice bloccare o limitare la rotazione del platorello.Tutti dicono che la roto e'una macchina entry level cioe' molto facile,per principianti ma secondo me correggere con una 220 non e' affatto semplice perche' ci sono tanti elementi da tenere sott'occhio........
la tecnica di andre si poggia sul fatto,credo, che velocita' piu' basse permettono lo sviluppo di meno calore e percio' evitano il prematuro seccarsi del prodotto che puo' quindi essere completamente lavorato e sono d'accordissimo con lui!! ma anche qui ,carlo,e'necessario che si lavori su sezioni molto ridotte.....

Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

78 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 15:18

IvanTO


Detailer Novello
Emanuele B ha scritto:con l'accortezza di pulire il tampone almeno ogni 3 sezioni di 40x40.

Come lo pulisci un pad in modo da poterlo subito riutilizzare per proseguire il lavoro?

Vedere il profilo dell'utente http://www.s2kclub.net/Forum/viewtopic.php?t=6532

79 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 15:22

vts79


Diplomato in Detailing
Emanuele B ha scritto:carlo secondo me hai lavorato su zone troppo ampie......una sezione grande come 1/2 cofano e' eccessiva.il 105 cosi' facendo si e' seccato intasando prematuramente il pad.un pad non pulito e' poco efficente in termini di correzione e i residui di compound compromettono la bonta' della finitura.Correggere con la roto e' un'operazione lunga e richiede pazienza e concentrazione......
ti consiglio di lavorare su zone non piu' grandi di 40x40 (io con un compound non vado oltre i 30x30)con movimenti di circa 1 cm x secondo applicando parecchia pressione ma non tale da bloccare la rotazione del pad.Una sezione ridotta ti permette di tenere "sotto pressione" il prodotto cioe' di lavorarlo frequentemente e cioe' in maniera completa.In questo modo otterrai correzione e eviterai l'intasamento del pad! io su un'auto come la tua utilizzerei almeno 2 pad ma con l'accortezza di pulire il tampone almeno ogni 3 sezioni di 40x40.Altra cosa essenziale con la roto e' permettere sempre la rotazione del pad in quanto senza questa si produrra' scarso attrito e quindi scarsa correzione.la roto e' relativamente poco potente e percio' se il pad non viene mantenuto perfettamente piatto(postura sbagliata,irregolarita'della superfice da lucidare etc)e'molto semplice bloccare o limitare la rotazione del platorello.Tutti dicono che la roto e'una macchina entry level cioe' molto facile,per principianti ma secondo me correggere con una 220 non e' affatto semplice perche' ci sono tanti elementi da tenere sott'occhio........
la tecnica di andre si poggia sul fatto,credo, che velocita' piu' basse permettono lo sviluppo di meno calore e percio' evitano il prematuro seccarsi del prodotto che puo' quindi essere completamente lavorato e sono d'accordissimo con lui!! ma anche qui ,carlo,e'necessario che si lavori su sezioni molto ridotte.....

grande manu....... Very Happy

Vedere il profilo dell'utente

80 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 15:45

DSW


Diplomato in Detailing
Sono d'accordo su quello che ha detto Emanuele, tradotto vuol dire per me appunto alzare velocità, altrimenti non puoi avere quelle condizioni.
Per la velocità bassa e il calore io non sono tanto d'accordo invece, se il polish si secca non è certo per il calore quasi nullo di una rotorbitale, altrimenti con una rotativa cosa accadrebbe?
Anzi negli anni una questione su cui si è dibattutto è stato prorio l'utilità del calore, alla fine si è arrivati alla conclusione che è solo una conseguenza, ma c'era invece chi sosteneva che era una necessità per far lavorare meglio il prodotto. Vabbè ma lasciamo stare sti discorsi, approvo invece il fatto di lavorare su superfici più ridotte , ma per la velocità penso che è meglio tenerla alta se vuoi far rendere bene la rotorbitale, da questo punto di vista è molto semplice, il modo per farla funzionare bene è uno, imparato quello non è che devi inventarti chissà cosa...

Vedere il profilo dell'utente

81 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 15:47

Carlo86


Detailer Novello
vts79 ha scritto:
Emanuele B ha scritto:carlo secondo me hai lavorato su zone troppo ampie......una sezione grande come 1/2 cofano e' eccessiva.il 105 cosi' facendo si e' seccato intasando prematuramente il pad.un pad non pulito e' poco efficente in termini di correzione e i residui di compound compromettono la bonta' della finitura.Correggere con la roto e' un'operazione lunga e richiede pazienza e concentrazione......
ti consiglio di lavorare su zone non piu' grandi di 40x40 (io con un compound non vado oltre i 30x30)con movimenti di circa 1 cm x secondo applicando parecchia pressione ma non tale da bloccare la rotazione del pad.Una sezione ridotta ti permette di tenere "sotto pressione" il prodotto cioe' di lavorarlo frequentemente e cioe' in maniera completa.In questo modo otterrai correzione e eviterai l'intasamento del pad! io su un'auto come la tua utilizzerei almeno 2 pad ma con l'accortezza di pulire il tampone almeno ogni 3 sezioni di 40x40.Altra cosa essenziale con la roto e' permettere sempre la rotazione del pad in quanto senza questa si produrra' scarso attrito e quindi scarsa correzione.la roto e' relativamente poco potente e percio' se il pad non viene mantenuto perfettamente piatto(postura sbagliata,irregolarita'della superfice da lucidare etc)e'molto semplice bloccare o limitare la rotazione del platorello.Tutti dicono che la roto e'una macchina entry level cioe' molto facile,per principianti ma secondo me correggere con una 220 non e' affatto semplice perche' ci sono tanti elementi da tenere sott'occhio........
la tecnica di andre si poggia sul fatto,credo, che velocita' piu' basse permettono lo sviluppo di meno calore e percio' evitano il prematuro seccarsi del prodotto che puo' quindi essere completamente lavorato e sono d'accordissimo con lui!! ma anche qui ,carlo,e'necessario che si lavori su sezioni molto ridotte.....



grande manu....... Very Happy

Ri-quoto Very Happy
Domandine: inchessenzo pulire il pad ogni 3 passaggi? una spazzolata con uno spazzolino da denti va bene?

Raga adesso mi arrabbio e gli do di rotativa ehh! geek

Vedere il profilo dell'utente http://www.solodettagli.it

82 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 15:52

IvanTO


Detailer Novello
Carlo86 ha scritto:
Raga adesso mi arrabbio e gli do di rotativa ehh! geek

Questa è la fine che vuoi far fare alla tua macchina?!?
Carlo con la rotativa

Vedere il profilo dell'utente http://www.s2kclub.net/Forum/viewtopic.php?t=6532

83 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 16:07

Carlo86


Detailer Novello
Muahahah spero di non fare così tanti danni.. affraid

Vedere il profilo dell'utente http://www.solodettagli.it

84 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 17:00

Emanuele B


Moderatore
grazie ma non ho detto nulla di speciale! tutte cose che si imparano con un po' di esperienza e soprattutto "rubando" molto dai piu' esperti Very Happy in fase di correzione io come velocita',con la 220, non scendo mai sotto i 5 ma questo con un compound.Se uso un polish di finitura vado anche a velocita' piu' basse e allargo (poco) la sezione e alleggerisco (poco) la pressione .Come dice walter il vantaggio di velocita' piu' basse , ai fini di meglio lavorare il prodotto, e' effettivo con macchine molto piu' potenti di una roto e con questo senza voler screditare l'ottimissimo andre (ognuno ha la sua esperienza).Con la flex infatti ho notato che lavorare a velocita' di 4-4,5 permetta di ottenere migliore lavorabilita' del prodotto rispetto a vel 6 ( come ivece fanno quegli assassini degli americani).per quanto riguarda la pulizia dei pad io uso una tecnica che ,come sempre, non ho inventato io e si chiama "cleaning pad on the fly" e consiste nell'uso di un comunissimo asciugamano che viene premuto contro il pad ( mentre la roto e'accesa!). la struttura piuttosto grezza dell'asciugamano permette di eseguire uno "scrub" al pad e nello stesso tempo assorbe anche eventuali eccessi di prodotto.prima di iniziare una sessione prendo un vecchio asciugamano (pulito) , lo inchiodo al mio piano di lavoro che e' in truciolare e periodicamente pulisco il pad

Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

85 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 17:59

Emanuele B


Moderatore
vts79 ha scritto:
Emanuele B ha scritto:carlo secondo me hai lavorato su zone troppo ampie......una sezione grande come 1/2 cofano e' eccessiva.il 105 cosi' facendo si e' seccato intasando prematuramente il pad.un pad non pulito e' poco efficente in termini di correzione e i residui di compound compromettono la bonta' della finitura.Correggere con la roto e' un'operazione lunga e richiede pazienza e concentrazione......
ti consiglio di lavorare su zone non piu' grandi di 40x40 (io con un compound non vado oltre i 30x30)con movimenti di circa 1 cm x secondo applicando parecchia pressione ma non tale da bloccare la rotazione del pad.Una sezione ridotta ti permette di tenere "sotto pressione" il prodotto cioe' di lavorarlo frequentemente e cioe' in maniera completa.In questo modo otterrai correzione e eviterai l'intasamento del pad! io su un'auto come la tua utilizzerei almeno 2 pad ma con l'accortezza di pulire il tampone almeno ogni 3 sezioni di 40x40.Altra cosa essenziale con la roto e' permettere sempre la rotazione del pad in quanto senza questa si produrra' scarso attrito e quindi scarsa correzione.la roto e' relativamente poco potente e percio' se il pad non viene mantenuto perfettamente piatto(postura sbagliata,irregolarita'della superfice da lucidare etc)e'molto semplice bloccare o limitare la rotazione del platorello.Tutti dicono che la roto e'una macchina entry level cioe' molto facile,per principianti ma secondo me correggere con una 220 non e' affatto semplice perche' ci sono tanti elementi da tenere sott'occhio........
la tecnica di andre si poggia sul fatto,credo, che velocita' piu' basse permettono lo sviluppo di meno calore e percio' evitano il prematuro seccarsi del prodotto che puo' quindi essere completamente lavorato e sono d'accordissimo con lui!! ma anche qui ,carlo,e'necessario che si lavori su sezioni molto ridotte.....

grande manu....... Very Happy


carlo grande sei tu!

Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

86 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 18:56

superAndre


Diplomato in Detailing
Allora: nelle varie ore passate sperimentando la G220 ho notato che lavorando a velocità più alte probabilmente proprio a causa del calore il compound secca più velocemente.E questa se mi permettete non è una teoria ma un fatto che tutti i possessori della G220 posso testare.Lavorate 3 goccie di 105 a velocità 4 e altre 3 goccie a velocità 6 e poi mi dite in primo luogo il risultato ottenuto in termini di correzione e finitura...si anche di finitura.I giovamenti che ho trovato io lavorando a velocità più bassa, con un movimento molto lento e la giusta vigorosa pressione credo sia attribuibile proprio al fatto che il compound rimanendo più liquido a lungo può avvalersi fino all'ultimo di tutta la tecnologia SMAT.Ed è proprio lì il trucco...quando il prodotto si schiarisce sotto il lavoro della lucidatrice l'abrasivo è ancora lì e taglia più o meno allo stesso livello di quando è "fresco".

Vedere il profilo dell'utente

87 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:00

superAndre


Diplomato in Detailing
Emanuele B ha scritto:carlo secondo me hai lavorato su zone troppo ampie......una sezione grande come 1/2 cofano e' eccessiva.il 105 cosi' facendo si e' seccato intasando prematuramente il pad.un pad non pulito e' poco efficente in termini di correzione e i residui di compound compromettono la bonta' della finitura.Correggere con la roto e' un'operazione lunga e richiede pazienza e concentrazione......
ti consiglio di lavorare su zone non piu' grandi di 40x40 (io con un compound non vado oltre i 30x30)con movimenti di circa 1 cm x secondo applicando parecchia pressione ma non tale da bloccare la rotazione del pad.Una sezione ridotta ti permette di tenere "sotto pressione" il prodotto cioe' di lavorarlo frequentemente e cioe' in maniera completa.In questo modo otterrai correzione e eviterai l'intasamento del pad! io su un'auto come la tua utilizzerei almeno 2 pad ma con l'accortezza di pulire il tampone almeno ogni 3 sezioni di 40x40.Altra cosa essenziale con la roto e' permettere sempre la rotazione del pad in quanto senza questa si produrra' scarso attrito e quindi scarsa correzione.la roto e' relativamente poco potente e percio' se il pad non viene mantenuto perfettamente piatto(postura sbagliata,irregolarita'della superfice da lucidare etc)e'molto semplice bloccare o limitare la rotazione del platorello.Tutti dicono che la roto e'una macchina entry level cioe' molto facile,per principianti ma secondo me correggere con una 220 non e' affatto semplice perche' ci sono tanti elementi da tenere sott'occhio........
la tecnica di andre si poggia sul fatto,credo, che velocita' piu' basse permettono lo sviluppo di meno calore e percio' evitano il prematuro seccarsi del prodotto che puo' quindi essere completamente lavorato e sono d'accordissimo con lui!! ma anche qui ,carlo,e'necessario che si lavori su sezioni molto ridotte.....


Sezioni più ridotte permettono scansioni/passaggi piu frequenti...controlli meglio la zona e non ti "perdi" in zone troppo ampie nelle quali non è facile controllare la bontà della lucidatura ovvero la sicurezza di aver coperto tutti i punti e quindi una correzione completa ed efficace.

Vedere il profilo dell'utente

88 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:06

superAndre


Diplomato in Detailing
DSW ha scritto:Sono d'accordo su quello che ha detto Emanuele, tradotto vuol dire per me appunto alzare velocità, altrimenti non puoi avere quelle condizioni.
Per la velocità bassa e il calore io non sono tanto d'accordo invece, se il polish si secca non è certo per il calore quasi nullo di una rotorbitale, altrimenti con una rotativa cosa accadrebbe?
Anzi negli anni una questione su cui si è dibattutto è stato prorio l'utilità del calore, alla fine si è arrivati alla conclusione che è solo una conseguenza, ma c'era invece chi sosteneva che era una necessità per far lavorare meglio il prodotto. Vabbè ma lasciamo stare sti discorsi, approvo invece il fatto di lavorare su superfici più ridotte , ma per la velocità penso che è meglio tenerla alta se vuoi far rendere bene la rotorbitale, da questo punto di vista è molto semplice, il modo per farla funzionare bene è uno, imparato quello non è che devi inventarti chissà cosa...

Walterino vatti a leggere le raccomandazioni di mamma Meg's...non a caso consigliano di lavorare M105 su polishing pad a velocità 4-5. Wink

Vedere il profilo dell'utente

89 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:16

superAndre


Diplomato in Detailing
Emanuele B ha scritto:carlo secondo me hai lavorato su zone troppo ampie......una sezione grande come 1/2 cofano e' eccessiva.il 105 cosi' facendo si e' seccato intasando prematuramente il pad.un pad non pulito e' poco efficente in termini di correzione e i residui di compound compromettono la bonta' della finitura.

Si ma il pad non si intasa ai primi passaggi...e per quel poco che riesci a lavorarci prima che si intasa te ne accorgi se lavora l'abrasivo.

Vedere il profilo dell'utente

90 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:20

superAndre


Diplomato in Detailing
Emanuele B ha scritto:Con la flex infatti ho notato che lavorare a velocita' di 4-4,5 permetta di ottenere migliore lavorabilita' del prodotto rispetto a vel 6

..e lo stesso vale per la G220...c'è più "overlapping" Wink

Vedere il profilo dell'utente

91 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:36

Emanuele B


Moderatore
Andre mi hai sezionato Very Happy il principio che regge la tua tecnica ,ripeto, e' perfettamente condivisibile......diciamo solo che io ho sentito il bisogno di abbassare le velocita' di lavorazione solo quando ho avuto fra le mani una macchina piu' potente della roto. Mi hai fatto pero' venire voglia di sperimentare anche con la roto.......anche se da quando mi sono abituato alla flex correggere con la 220 mi fa un po' innervosire......tutte le volte che mi riprometto di farlo dopo la prima sezione prende il lancio ed entra in scena sua sorella maggiore

Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

92 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:37

superAndre


Diplomato in Detailing
DSW ha scritto:carlo per me devi alzare velocità, la das6 ha un regolatore non molto preciso, prova a 5 1/2, anche qualcosa di più.


Non calcolando che a quelle velocità sulla DA:

1) consumi prematuramente i tamponi;
2) consumi prematuramente il platorello.


Wink

Vedere il profilo dell'utente

93 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:41

superAndre


Diplomato in Detailing
Emanuele B ha scritto:Andre mi hai sezionato Very Happy il principio che regge la tua tecnica ,ripeto, e' perfettamente condivisibile......diciamo solo che io ho sentito il bisogno di abbassare le velocita' di lavorazione solo quando ho avuto fra le mani una macchina piu' potente della roto. Mi hai fatto pero' venire voglia di sperimentare anche con la roto.......anche se da quando mi sono abituato alla flex correggere con la 220 mi fa un po' innervosire......tutte le volte che mi riprometto di farlo dopo la prima sezione prende il lancio ed entra in scena sua sorella maggiore

Ti capisco Emanuele..il formicolìo alla mano dei primi passaggi con la G220 sono veramente fastidiosi Wink

Io parlo delle mie esperienze...solo di quelle.

Vedere il profilo dell'utente

94 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:46

Emanuele B


Moderatore
Io parlo delle mie esperienze...solo di quelle.[/quote]


e non ti fermare!! ho imparato tante cose leggendo i tuoi interventi ( e non solo i tuoi ) non lo dico per adulare credimi ma solo perche' e vero.........

Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

95 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:50

superAndre


Diplomato in Detailing
Emanuele B ha scritto:Io parlo delle mie esperienze...solo di quelle.


e non ti fermare!! ho imparato tante cose leggendo i tuoi interventi ( e non solo i tuoi ) non lo dico per adulare credimi ma solo perche' e vero.........[/quote]

Beh siamo qui tutti per imparare da tutti...è una sorta di sharing.Anche se, devo ammettere, ancora mi meraviglio della competenza del nostro Admin!

Vedere il profilo dell'utente

96 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:53

DSW


Diplomato in Detailing
Andrea io so due pagine che sto dicendo che le velocità di g220 e das6 non sono paragonabili da quel che ho potuto vedere, ti assicuro che con la das6 a 4 non fai nulla e a 5 poco, magari il tuo 5 è il mio 5 e mezzo e diciamo la stessa cosa.
Io l'indicatore se è per questo manco la guardo, alzo fino a quando riesco ad usarla come ha spiegato Emanuele, adesso preciso non so, indicativamente appunto 5 e mezzo.
Poi il fatto della meguiar's che consiglia max 5 non è dovuto tanto al prodotto ma alle caratteristiche della macchina, ma in linea di massima con una rotorbitale maggiore è la velocità, maggiore è la correzione perchè il platorello ruota per inerzia e quindi maggiore velocità, vuol dire poter mettere più pressione senza far fermare la rotazione del platorello, che come ha detto Emanuele è una cosa molto importante. Poi ci può essere il caso specifico che magari un certo prodotto funziona meglio ad una velocità più bassa, non lo so questo, non ho mai provato.
La flex è un'altro dicorso perchè comunque ha la rotazione forzata e non per inerzia, quindi lì questo dicorso può avere più riscontro rispetto alla rotorbitale.
Io a Carlo contino però a dare lo stesso consiglio, cioè di alzare la velocità rispetto a come ha fatto fino ad ora sulla das6.

Vedere il profilo dell'utente

97 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 19:58

Emanuele B


Moderatore
chi quello che abita a doppiotonto?? ma va la'!! e' tutto un bluff....... antonio quando ridarai i 5 euro malandrinamente sottratti al tuo amico manu per per quella famosa rustichella dell' autogrill riabilitero' il tuo nome..........ma non prima tie'

Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

98 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 20:26

superAndre


Diplomato in Detailing
DSW ha scritto:Andrea io so due pagine che sto dicendo che le velocità di g220 e das6 non sono paragonabili da quel che ho potuto vedere, ti assicuro che con la das6 a 4 non fai nulla e a 5 poco, magari il tuo 5 è il mio 5 e mezzo e diciamo la stessa cosa.
Io l'indicatore se è per questo manco la guardo, alzo fino a quando riesco ad usarla come ha spiegato Emanuele, adesso preciso non so, indicativamente appunto 5 e mezzo.
Poi il fatto della meguiar's che consiglia max 5 non è dovuto tanto al prodotto ma alle caratteristiche della macchina, ma in linea di massima con una rotorbitale maggiore è la velocità, maggiore è la correzione perchè il platorello ruota per inerzia e quindi maggiore velocità, vuol dire poter mettere più pressione senza far fermare la rotazione del platorello, che come ha detto Emanuele è una cosa molto importante. Poi ci può essere il caso specifico che magari un certo prodotto funziona meglio ad una velocità più bassa, non lo so questo, non ho mai provato.
La flex è un'altro dicorso perchè comunque ha la rotazione forzata e non per inerzia, quindi lì questo dicorso può avere più riscontro rispetto alla rotorbitale.
Io a Carlo contino però a dare lo stesso consiglio, cioè di alzare la velocità rispetto a come ha fatto fino ad ora sulla das6.


Walter..ci credi che io a velocità 4 ho corretto completamente un ciclo 1000-2000-4000 mirka?

Vedere il profilo dell'utente

99 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 20:34

superAndre


Diplomato in Detailing
DSW ha scritto:ma in linea di massima con una rotorbitale maggiore è la velocità, maggiore è la correzione perchè il platorello ruota per inerzia e quindi maggiore velocità

e' questo il punto sul quale non mi trovi d'accordo...indipendentemente dalla macchina...ma questa è una mia opinione. Wink

Vedere il profilo dell'utente

100 Re: Fiat GPunto by Carlo86 il Gio 25 Feb 2010 - 20:50

Admin


Admin
manu io a doppiotonto ho solo il magazzino... la prossima volta per il panino sono 10 euro! Twisted Evil

calore e correzione: che tema ragazzi! e sapete cosa vi dico: avete ragione tutti e due! su g220 o das-6 in effetti alzare troppo la velocità potrebbe aver effetti negativi sul consumo dell'abrasivo che potrebbe seccarsi troppo, non lavorare a sufficienza e consumare il tampone stesso.
Su rotativa invece (a patto che si parli di vernice non fresca) il calore è un elemento fondamentale: il trasparente riscadato, infatti, si presenta molto più disponibile alla correzione ed agevola questo lavoro. la cosa importante, però, è eseguire una finitura minuziosa, altrimenti gli ologrammi la farebbero da padroni!
Mi avete messo una voglia matta di effettuare questa sfida rota vs roto a parità di tampone ed abrasivo! Very Happy


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 4 di 5]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum