Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Le guide di lacuradellauto.it » Le guide » Contatore uso per uso civile con fornitura di 3KW.

Contatore uso per uso civile con fornitura di 3KW.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

rndrrt


Diplomato in Detailing
Questo 3D è realizzato al fine di chiarire quali macchine elettriche possiamo utilizzare con una normale fornitura domestica di 3KW, quali verifiche e/o migliorie possiamo fare al nostro impianto per sfruttare al meglio i nostri strumenti senza pregiudicarne la durata ed il corretto funzionamento.

tutto inizia da qua


i consigli e le verifiche che seguiranno sono pericolose se svolte da persone inesperte e senza le dovutre precauzioni, pertanto se non consapevoli di quello che andrete a fare chiedete l'intervento di personale qualificato...l'intero staff del forum non rispondiamo per eventuali danni provocati al vostro impianto o peggio ancora a voistessi.

La prima verifica da fare è valutare lo stato dell'impianto che dal contatore arriva alla vostra abitazione, questo con due sempli misurazioni, la 1° al contatore e la 2° in una qualsiasi presa elettrica per verificare che i valori siano quasi uguali in termini di voltaggio...naturalmente queste misurazioni devono essere effettuate quasi nello stesso tempo, meglio se contemporaneamente e non deve assolutamente cambiare il carico di assorbimento nella vostra abitazione.
Eventuali variazioni di tensione in meno registrate dentro l'abitazione evidenziano una perdita quasi sicuramente imputabile ai fili di sezione inappropriata per la lunghezza/carico della linea.
Tutto questo per valutare se i 230V richiesti dalla nostra attrezzatura sono effettivamente rispettati...la tolleranza Enel da contratto è del 10% in + o - su fornitura standard di 220V, pertanto valori compresi tra i 198V e 242V rientrano nella sopracitata tolleranza e il gestore non è tenuto per legge a nessun tipo d'intervento gratuito...oltre tali valori e dopo monitoraggio di 24h il gestore deve intervenire gratuitamente per obbligo contrattuale.

Come effettuare le misurazioni:
queste devono essere fatte tramite tester o multimetro.
(per quanto riguarda la corretta regolazione del tester/multimetro si rimanda la descrizione alle istruzioni ad esso allegate e/o alle svariate guide disponibili in rete)
1° misurazione al contatore
una volta svitate le due viti ai piedi dello stesso (visibili in foto sopra)possiamo sfilare manualmente la protezione in plastica e raggiungere la morsettiera a sono collegati fase e neutro del cavo che poi andrà alla nostra abitazione. E' su questa morsettiera che dobbiamo fare la nostra prima rilevazione avendo cura in seguito di rimontare protezioni e viti.
2° misurazione in abitazione.
questa viene effettuata in una qualsiasi o più prese forza motrice, quelle solitamente situate in basso e destinate all'uso di grossi elettrodomestici, solitamente si distinguono visivamente perchè per prese grandi e con tolleranza d'amperaggio tali da supportare quasi tutto il carico della vostra fornitura.

Valutazione dopo la prima serie di misurazioni:
1° se al contatore abbiamo un voltaggio vicino o superiore ai 230V (l'importante che il superiore sia limitato a pochi volt) abbiamo una buona base di partenza, tantopiù se questo valore lo riscontriamo anche in abitazione.
2° se al contatore rileviamo valori leggermente inferiori ai 220V la situazione non è delle migliori ma se in casa non abbiamo riscontrato particolari divergenze durante la misurazione il rischio di compromettere gli elettrodomestici è quasi nullo.
2° valori di partenza al contatore prossimi ai 210V o inferiori sconsigliano l'uso di apparecchaiture che portino il pieno carico in abitazione...indipendentemente da quanto si sia misurato in casa...la resa delle apparecchiature sarà sicuramente limitata.

La nostra prima misurazione senza grossi carichi elettrici collegati e le considerazioni successive sono il punto di partenza per una prima valutazione, che anche se positiva, può essere subito smentita rifacendo questa prova con un assorbimento costante in abitazione il più vicino possibile al massimo consentito dalla nostra fornitura elettrica...3KW + 10% di tolleranza = 3,3KW

Nel caso la 1° misurazione senza carico d'assorbimento non abbia evidenzato differenze sostanziali tra contatore e prese di casa, mentre la seconda sotto carico si, è necessario efettuare la sostituzione del cavo tra contatore e quadro elettrico in casa con uno di sezione maggiorata....questo era il mio caso in quanto dal contatore al quadto di casa avevo una linea di oltre 35mt con cavo da 4mmq...problema risolto sostituendolo con un 10mmq che per uso civile è da considerarsi la dimensione massima consigliata.

Nel caso in cui la vostra fornitura sia sueriore ai 3KW contrattuali è fortemente consiglaita l'adeguamento del cavo alla sezione di 10mmq.

Prima della sostituzione del cavo è consigliabile a questo punto effettuare una misurazione intermedia tra contatore e prese di corrente, che può essere fatta all'interno del quadro in abitazione...questa potrebbe escludere problemi di sottodimensionamento del cavo d'arrivo ma evidenziare problemi alla componentistica del vostro impianto in casa....a questo punto il problema può essere ovunque e di qulsiasi entità, dalla semplice morsettiera lenta su un qualsiasi punto nella linea interna (la corrente fà vibrare i cavi con sonseguente allentamento delle morsettiere) al fatto di avere un componente fallato (in questo caso non posso che augurarvi buona ricerca).

Nel caso la nostra fornitura al contatore sia con tensione sotto i 220V ma comunque dentro le tolleranze di contratto non tutto è perduto, possiamo comunque procedere in questo modo; provare ad effettuare delle misurazioni su contatori vicini al nosto o di abitazioni subito precedenti/successive e nel caso si ottengano valori migliori chiedere all'Enel di spostare in cabina la nostra linea su una delle altre fasi. Questo perchè nella cabina enel la corrente arriva con linea trifase e su ogni singola fase viene collegata una serie di abitazioni di una limitata zona...ogni 3 contatori avranno la stessa fase.

Altro punto fondamentale da valutare è se la nostra fornitura sia in grado di alimentare senza rischio di distacchi le nostre attrezzature. I contatori da 3 kw (contrattuale) hanno come potenza disponibile 3,3 kw (10%) ed una potenza limite di 4,2 kw (+27%) o oltre, ma questo solo per brevi periodi come spiegato in questo PDF
La prima verifica da fare è il conteggio del normale consumo base della nostra abitazione, in questo valore saranno compresi solo gli assorbimenti di apparati non disinseribili come ad esempio frigoriferi e/o congelatori o acquari...per valutare approssivativamente questo valore possiamo controllare tramite l'apposito tasto sul contatore qual'è il valore riportato alla voce consumo istantaneo...questo dato è solo indicativo in quanto nel momento della verifica uno o più elettrodomestici potrebbero non essere in funzione (esempio frigorifero non in fase di carica in quanto ha raggiunto la temperatura interna impostata). Per una maggior precisione il controllo può essere ripetuto più volte nell'arco della giornata, ma sempre in momenti in cui tutto il resto sia scollegato.
Una valutazione più precisa può essere fatta sapendo quali sono i consumi massimi dichiarati per ogni elemento collegato anche se questo valore è sempre teorico perchè difficilmente 2 o più frigoriferi (o altro) caricheranno contemporaneamente.

Siete pregati di utilizzare questo argomento come guida valutativa e non come fonte d'ispirazione per avventurarvi nel rifacimento del vostro impianto elettrico...tutte le modifiche sostanziali che vorrete apportare dovranno a norma di legge obbligatoriamente essere effettuate da personale competente e qualificato in grado di certificare il lavoro svolto.
Grazie Very Happy

Vedere il profilo dell'utente http://www.fanodetailing.com

dado7L


Miglior Detailing 2013
Miglior Detailing 2013
Ottima delucidazione Roby! Wink molto utile.

Vedere il profilo dell'utente http://www.bigfootcentre.it

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum