Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Detailing » L'arte della lucidatura: protezione e mantenimento. » La cera e il suo mantenimento

La cera e il suo mantenimento

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 4 di 7]

76 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 8:08

nickola


Detailer Novello
ph è una scala di misura dell'acidità o della basicità di una soluzione.
il nostro interesse è di conoscere in quanto e acido un detersivo di un QD
valori acide indebolisce la protezione
parametri sono:
-Acida se il pH è < 7
-Neutra se il pH è = 7
-Basica se il pH è > 7
tra 0 (acido forte) e 14 (base forte),7 corrisponde la condizione di neutralità, tipica dell'acqua pura a 25 °C
quindi conoscere +/- le valori dei pulitori per mantenimento non e trascurabile
secondo me è una false allarme su QD,le cere naturale sono innocue aiuta mantenimento del protettivo
ecco un bel test fatto di un utente
http://www.lacuradellauto.com/t7908-misuratore-di-ph-confronto-vari-prodotti

per soluzioni concentrate e meglio utilizzare acqua demineralizzata costa 1 euro/5 litri,ottima per lavaggio

Vedere il profilo dell'utente http://www.gamshinedetailing.com/

77 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 10:09

Roby Pozzato


Detailer Novello
Nel mio piccolo Smile sono molto d'accordo con Pelo. Anche lo shampoo in fin dei conti pulisce, il ph secondo me c'entra poco. Personalmente o uso fast cleaner dopo abbondante risciacquo (se non ho tempo e la macchina è solo impolverata) o lavo con Optimum No Rinse, e quindi asciugo tamponando con Highspeed e nient'altro.

Una spruzzatina di Last Touch Express ogni tanto la dò, ma è una scelta personale: non credo (è una convinzione empirica, ma tant'è) che mi rovini la Natty's, credo piuttosto che ci si sovrapponga e si consumi "per usura" al suo posto.

Per inciso, qualcuno si ricorda di questo interessante thread? http://www.lacuradellauto.com/t8283-i-protettivi-spray-facciamo-chiarezza

Vedere il profilo dell'utente

78 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 10:22

alesoft


Diplomato in Detailing
Infatti, quoto Roby.
Rimane il fatto che resta e resterà una scelta puramente soggettiva.

Vedere il profilo dell'utente

79 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 10:43

Admin


Admin
Ah ah ah quante belle considerazioni. In realtà sono tutte esatte e provano senza dubbio la soggettività spiegata da emanuele nel suo post. Anche io sono dell'avviso di Pelo per quanto concerne l'asciugatura. Con le tecniche giuste il QD servirà più per eliminare eventuali macchie che per una totale asciugatura.
Ed a proposito di mantenimento vi faccio un esempio: come sapete ho sull'auto Finest e si è sempre comportato benissimo.
Qualche tempo fa avevo sovrapplicato un prodotto spray diverso dal solito (non è importante stabilire quale) e notavo che il beading e lo shetting erano cambiati in peggio.
Lo spray su un'altra auto dava buoni risultati mentre sulla mia no. Quando, dopo un lavaggio intenso, sono riuscito ad eliminarlo, ho visto che le proprietà di scivolamento dell'acqua stavano cambiando e che Finest si stava facendo nuovamente rivedere!
Ergo... lo spray non era compatibile con il trattamento...


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

80 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 11:02

nickola


Detailer Novello
almeno siamo arrivati a concludere che prodotti(qd) per mantenimento non indebolisco la cera.
il PH e solo orientativo, per fare sonni tranquilli... Very Happy
è vero che resterà soggettiva(la scelta dei prodotti,uso...non c'e un standard di eseguire)

Vedere il profilo dell'utente http://www.gamshinedetailing.com/

81 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 11:03

Emanuele B


Moderatore
Esatto Anto !

In realta' come esistono varie tipologie di Qd e shampoo ( o prodotti per la pulizia in genere ) esistono anche diverse tipologie di cere .......se poi il campo di valutazione si allarga ai protettivi in genere , i discorsi sul loro mantenimento assumerebbero le caratteristiche di argomenti sconfinati . Penso che praticamente ogni tipo di protettivo andrebbe valutato singolarmente e meriterebbe un 3d tutto suo !

Come per l'esperienza raccontata da Admin, anche al sottoscritto e capitato di applicare qd o protettivi spray su cere o sealant che hanno praticamente distrutto ed azzerato completamente le peculiarita' di questi ultimi e cio' non perche' si trattasse di pessimi prodotti ma perche' tra loro c'era una semplice ( ma non banale ) incompatibilita' . Il discorso si potrebbe poi ampliare notevolmente se volessimo aggiungere un'altra enorme variabile :

- la tipologia del supporto sul quale il protettivo e' stato applicato

Questa variabile ( oltre forse a mandarci OT ) , se valutata , mischierebbe parecchio le carte in tavola con riflessi anche sul mantenimento ......


_________________


GUARDA I MIEI DETAILING
.....( grazie chef !! )

Pricipi di dettagliologia vissuta

1) Il 4° vizio capitale ......che roba brutta !

2) il detailing lo fa il detailer .....i prodotti aiutano (ma vanno saputi usare !!)

3) Senza l' U Factor  sei un brocco
Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

82 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 11:20

nickola


Detailer Novello
quoto tutti reply di Emanuele,ma qui siamo su cera di carnauba,saremo contenti per individuare un QD con vari usi per mantenimento che indebolisce la cera
anche protettivi per topping sarebbe utile di conoscere quale si accoppia,quale no...

Vedere il profilo dell'utente http://www.gamshinedetailing.com/

83 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 11:28

PELO


Laureato in Detailing
a proposito di quello che ha detto antonio, ricordo che tempo fa feci una prova sul cofano della lancia y di mia moglie. lucidai a puntino il cofano, l'ho pulito con eraser e l'ho diviso in due: da una parte ho applicato cquartz normale e dall'altra due mani di collinite 476. ho aspettato un paio di giorni per far si che entrambi i protettivi (più che altro cquartz) fossero "chiusi" e, dopo aver pulito il cofano dalla polvere, ho applicato una mano di reload per vedere le differenze di prestazioni. sulla parte con cquartz l'idrorepellenza e i riflessi erano sbalorditivi. sulla parte con la 476 le prestazioni rimanevano ottime, ma inferiori. ovviamente non si può fare un test di durata dato che i prodotti sono di due categorie differenti

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

84 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 12:16

nickola


Detailer Novello
ho trovato un articolo scritto anni fa di un grande detailer americano Todd Cooperider.(mi dispiace l'ho tradotto con google)spero che questo articolo chiarirà le idee, per test fatti con protettivi.

"L'efficacia complessiva e sguardi di prodotti ultimo passo (LSP), come sigillanti e cere dipendono da molti fattori. Era la vernice lucida prima dell'applicazione? Se è così, è stato fatto correttamente? Come è stata preparata la superficie per garantire una buona adesione? Era l'applicazione del prodotto entro il campo di temperatura efficace di tale LSP particolare? Era troppo o troppo poco del prodotto utilizzato durante l'applicazione? Erano corrette tecniche utilizzate per tale LSP (prodotti diversi all'interno della stessa categoria possono richiedere tecniche di applicazione diverse)? E, infine, erano i tempi polimerizzazione adeguata utilizzati per tali prodotti (che in realtà cade nella categoria di tecniche appropriate).

Sono sicuro che, come tutti leggere il primo paragrafo, si sono entusiasti del fatto che questo articolo possa fornire un qualche tipo di grafico principale che mostra i tempi di cura per ogni singolo sigillante e cera disponibili. Mentre io mi considero un bravo ragazzo che gode di insegnare agli altri l'arte del dettaglio, non sono che bello! Seriamente, però, ci sono altri fattori coinvolti con ciascun prodotto che può influenzare i tempi di cura (temperature in particolare), quindi non è pratico per tentare anche una guida di riferimento. Che cosa può funzionare per qualcuno in Florida non può essere la tecnica di applicazione analoghe a quelle richieste per la persona nel sud della California. E può essere ancora diverso per ogni detailer seconda del periodo dell'anno che è.

Quello che vorrei sottolineare in questo articolo è, tuttavia, che abbiamo bisogno di avere un'idea generale di ciò che i tempi di polimerizzazione sono corretti per i prodotti che stiamo usando, e abbiamo bisogno di sapere quando a variare le nostre tecniche per garantire che siamo ottenere i migliori risultati su di LSP nostra.

Allora, dove possiamo trovare queste informazioni? Beh per cominciare, tutti i ragazzi là fuori dovrà andare contro i loro istinti ed effettivamente leggere le etichette (le ragazze sono molto meglio in questo di noi!). Maggior parte dei produttori fornirà almeno un qualche tipo di linea guida sulla confezione per farci andare nella giusta direzione. E la parola chiave è "linea guida", perché, come ho già detto, si può variare un po '. E se le informazioni non sono disponibili sulla confezione, quindi andare al sito web del produttore o fornitore per vedere se hanno ulteriori how-to informazioni. Fare attenzione di cercare la conoscenza sul forum però, perché è in genere necessario ordinare attraverso una miriade di raccogliere le opinioni ed esperienze, allora dovete capire chi sa realmente che cosa stanno parlando (non cadere nella trappola di assumere la persona con il maggior numero di posti è il più esperto ... di solito significa solo che persona piace per lasciare un sacco!).

La necessità di tali informazioni provengono in genere in gioco quando si sta utilizzando un nuovo prodotto per la prima volta. Finché abbiamo almeno una direzione generale da seguire, allora dovremmo essere in grado di capire il resto da soli.

Quando si guarda una cera carnauba di alta qualità, troverete una vertiginosa serie di possibilità su come applicare e quanto tempo per farlo curare. Alcune cere Souveran come ad esempio Pinnacle deve essere rimosso immediatamente dopo ogni pannello. Altre cere bisogno di 30-45 minuti (o più) per curare adeguatamente prima della rimozione. Alcuni produttori di cera vi avverto che se li si lascia curare troppo tempo che sarà "difficile" per rimuovere (quando dicono difficile, quindi di solito è un modo carino per dire che è come il cemento lucidatura!). Io di solito che se un produttore consiglia di cura 15-20 minuti, poi 30-40 minuti è più appropriato. Se si consiglia la rimozione rapida, quindi è meglio farlo ancora più veloce perché diventerà quasi impossibile da rimuovere se non lo fai.

Quindi, come si fa a sapere con certezza quanto tempo è necessario prima che sia pronto per essere rimosso? Tentativi ed errori! Si può sempre provare il test di strisciare per vedere se è pronto ... dopo il tempo di essiccazione solo sfiorare una sezione molto piccola con il vostro asciugamano in microfibra e vedere come appare. Se ha un aspetto smeary sotto, poi si sa che non è pronto. Se viene fuori pulito e privo di residui, allora sai che è pronto (per la maggior parte). Questo apre tutta una nuova serie di variabili però, perché se la cera sembra essere adeguatamente curata quando la si rimuove, poi si scopre più tardi che si sta vedendo nebulosità o "sudorazione" della cera, avrete bisogno di provare un po 'di processo diverso la prossima volta per vedere se è stato applicato troppo, non ha ottenuto la domanda anche, o se non l'ha dato abbastanza tempo di guarire. Questo è semplicemente in cui la curva di apprendimento di ciascun prodotto entra in gioco, e devi avere la pazienza giocare con un po 'di determinare il metodo esatto applicazione con quella particolare prodotto sulla vostra automobile. Molte persone rinunciare a un prodotto se non si ottengono i risultati che stavano cercando dopo la prima applicazione, ma le loro conclusioni sono state tratte da un'analisi incompleta dei fatti.

"Che tutti suona come un sacco di lavoro per capire ... mi dicono come i detailers professionali farlo così posso salvare me stesso un po 'di tempo". Come lo facciamo? Nello stesso modo ... per tentativi ed errori. Quando arriviamo cere e sigillanti nuove da provare, di solito non facciamo questi test sulle auto dei clienti. L'ultima cosa che vogliamo fare è lucidare una macchina alla perfezione, applicare una cera o sigillante che non abbiamo mai usato prima, e poi riceve una chiamata da parte del cliente pochi giorni dopo per scoprire che c'è un misterioso "nebbia" in tutto la macchina! Almeno con me, passare tutto il tempo di cere e sigillanti miei test sulle mie proprie auto. Posso quindi monitorare il prodotto e di processo subito dopo, i prossimi giorni dopo, e nel corso delle prossime settimane per vedere come funziona. Se ho bisogno di fare una rettifica per la mia tecnica, poi cercherò di nuovo fino a quando non capire un sistema.

Il processo è più o meno lo stesso per sigillanti. Ho scoperto che in genere le istruzioni su di essi sono più approfonditi di quelli di cere. Sono di solito bene dire se ha bisogno di 15 minuti o un tempo di cura ora, e quanto tempo è necessario tra le applicazioni, se si vuole aggiungere una seconda mano. Anche con questo però, non significa necessariamente che sarà una scienza esatta. Con un po 'che io lavoro con, trovo che le temperature di raffreddamento, il tempo di essiccazione necessario diventa un po' più a lungo. Se non mi danno il tempo giusto, poi mi può notare un po 'di sbavature al momento della rimozione. La chiave è quello di lavorare con il prodotto spesso, e capire cosa funziona meglio per voi. Anche essere pazienti, perché alcuni prodotti sono più facili da usare rispetto ad altri e per questo ci possono essere enormi differenze nelle dimensioni della curva di apprendimento.

Così, invece di fornire ai lettori del blog, con una guida completa sui tempi di guarigione per ogni cera e sigillante disponibile tramite DI, ho voluto invece di educare tutti sul processo attraverso il quale si determina il modo migliore per utilizzare i prodotti. Sono sicuro che avete sentito il vecchio detto: "Il pesce per un uomo e che mangia per un giorno ... insegnare a un uomo a pescare e mangerà per tutta la vita". In un giro sulla strada, la stessa filosofia si applica qui. I produttori ed io in grado di fornire una linea guida generale, ma è necessario eseguire con esso da lì quando un prodotto ha un po 'di una curva di apprendimento. Fortunatamente, però, ci sono alcuni prodotti là fuori che sono molto user-friendly, e i sistemi documentati che sono forniti dal produttore o in posti come il blog DI solito sono infallibile."


di ho sbagliato... chiedo scusa è si va a cancellare articolo Wink

Vedere il profilo dell'utente http://www.gamshinedetailing.com/

85 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 13:48

robair_68


Apprendista Detailer
Pelo , scusami ma il pH di un prodotto non è vero che non c'entra nulla . Tu prova ad usare un qd a ph estremamente acido per aiutarti nell'asciugatura o dopo di essa e vedi se non ti fa partire la protezione Smile . Il ph è il primo dato di riferimento . Poi che ci siano ANCHE altri fattori , o ingredienti nel qd che danno un effetto diverso e si combinano più o meno con il tipo di protezione sottostante , come nell'esempio di Antonio , era quello a cui mi riferivo anch'io nel post . La 'compatibilità' o meno dipende dalla base , dal supporto e dai prodotti usati Wink

Vedere il profilo dell'utente

86 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 15:17

PELO


Laureato in Detailing
rob io non ho detto che il ph è ininfluente, ho detto un'altra cosa. il quick detailer anche se ha ph neutro, ha comunque la componente detergente, perchè sennò la cacchetta non te la leva Laughing
ovvio che se si usa un prodotto dal ph aggressivo la cera svanisce in un baleno. non bisogna farsi trarre in inganno dal fatto che il ph sia neutro, perchè comunque questi prodotti hanno la capacità di detergere e dagli oggi e dagli domani la cera comincia a fare ciao ciao. per i sigillanti il discorso è un pò diverso visto che la maggior parte di questi sono molto più resistenti

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

87 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 15:40

robair_68


Apprendista Detailer
Ok , allora sulla questione detergente siamo perfettamente d'accordo Wink . Poi ci sono cere e cere , come tenacia ma anche come base chimica . Ci sono cere che , anche se a base naturale , sono più vicine ai sigillanti per durata ed effetto esteriore . In quei casi il comportamento deve essere valutato in modo a sè stante .
A me è capitato di notare un'azione indebolente del d155 nei confronti della sonax premium class carnauba wax ( simile alla p21s ) ed invece un'ottima azione di mantenimento nei confronti della natty blue , che pure non è un macigno , sempre da parte del d155 Wink

Vedere il profilo dell'utente

88 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 22 Nov 2012 - 12:21

alfa nel cuore


Apprendista Detailer
con una supernatural da 30ml ce la faccio a fare 2 volte un'alfa gt??

Vedere il profilo dell'utente

89 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 22 Nov 2012 - 12:23

ciccante88


Detailer Superesperto
sicuramente si, se usata a dovere stendendo un velo sottilissimo ce se ne fanno 4!

Vedere il profilo dell'utente

90 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 22 Nov 2012 - 12:25

cupitt


Campione 2013
Campione 2013
occhio agli OT Wink


_________________
LE MIE " RICETTE "


Vedere il profilo dell'utente

91 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 22 Nov 2012 - 12:27

ciccante88


Detailer Superesperto

Vedere il profilo dell'utente

92 Re: La cera e il suo mantenimento il Lun 18 Mar 2013 - 17:58

T1mmy


Apprendista Detailer
Leggendo questo topic, che devo dire mi ha creato dei dubbi, mi è parso di capire che per asciugare correttamente la vettura e non lasciare segni occorra spruzzare un QD. Ho capito male? Non basta asciugare con un buon panno in Micro facendo attenzione? Una cosa che non mi è ancora chiara è quanto duri in media (con auto lavata regolarmente e senza "ravvivanti") una c'era di carnuba.
Grazie

Vedere il profilo dell'utente

93 Re: La cera e il suo mantenimento il Lun 18 Mar 2013 - 18:34

Alessio


Moderatore
Puoi aiutarti per tanti motivi come quando asciughi l auto con umidità con tasso di percentuale alto, asciugatura precoce per via del vento, ecc. Quindi non è necessario usare un QD.
Poi se lo usi per altri motivi rimanendo in OT come per ravvivare la protezione allora si.


_________________

11 FEBBRAIO 2012 D-DAY VI ROMA - LA NEVE
12 MAGGIO 2012 D-DAY VII VERMEZZO - L'ORCHESTRINA
06 OTTOBRE 2012 D-DAY VIII BARANZATE - LA FABBRICA
Vedere il profilo dell'utente

94 Re: La cera e il suo mantenimento il Lun 18 Mar 2013 - 19:20

ciccante88


Detailer Superesperto
la durata della cera può variare da tanti fattori, ad esempio in base a come vive l'auto, come viene lavata, dal tipo di cera che viene utilizzata...può durare dalle 3 alle 10/12settimane!

Vedere il profilo dell'utente

95 Re: La cera e il suo mantenimento il Lun 18 Mar 2013 - 19:36

T1mmy


Apprendista Detailer
Alessio ha scritto:Puoi aiutarti per tanti motivi come quando asciughi l auto con umidità con tasso di percentuale alto, asciugatura precoce per via del vento, ecc. Quindi non è necessario usare un QD.
Poi se lo usi per altri motivi rimanendo in OT come per ravvivare la protezione allora si.

chiedo scusa ma non ho ben capito per la fase di asciugatura Embarassed

io devo ancora acquistare il tutto per lucidare etc e mi stavo informando sulle cere sigillanti etc e sono piombato in questa discussione..
Da quanto ho capito sarebbe preferibile stendere la cera e lasciare che il suo corso si svolga inalterato. situazione diversa per un sigillante che si potrebbe "ricaricare".
Ora, presupponendo che io voglia mettere una cera (tipo dodo) e che l'auto la tenga all'aperto ma sempre all'ombra sotto un ombreggiante e che venga lavata con prodotti non acidi, senza l'uso di QD quanto potrebbe durare? Questi QD servono anche per pulire? Andrebbe bene ugualmente fare un lavaggio tradizionale con metodo 2 secchi e spugna con prodotti neutri (ad esempio questo http://www.lacuradellauto.it/esterni/lavaggio/shampoo/chemical-guys-citruswash-orange-daily-500-ml.html) per non intaccare il protettivo?

grazie per le risposte e scusate per le molteplici domande Embarassed

Vedere il profilo dell'utente

96 Re: La cera e il suo mantenimento il Lun 18 Mar 2013 - 19:45

ciccante88


Detailer Superesperto
il lavaggio tradizione con i due secchi e shampoo neutro è consigliato!
ci sono varie correnti di pensiero: ci sono chi usa i quick detailer in fase di asciugatura per migliorare la lubrificazione perchè molti ricchi di cere, per l'effetto pulente che danno(sono prima di tutto pulitori) e per ridare appunto un tocco di gloss ormai spento! c'è chi invece per asciugare non usa nulla(meglio se con la tecnica del tamponamento che uso personalmente) e ciclicamente seguono con un protettivo come il Reload oppure il Last touch! dai un'occhiata qui http://www.lacuradellauto.it/blog/la-cera-3/

Vedere il profilo dell'utente

97 Re: La cera e il suo mantenimento il Lun 18 Mar 2013 - 20:47

T1mmy


Apprendista Detailer
grazie mille! continuo ad informarmi, ma senz'altro ora ho le idee più chiare!
Wink

Vedere il profilo dell'utente

98 Re: La cera e il suo mantenimento il Dom 14 Apr 2013 - 3:42

Giovanni92


Laureato in Detailing
Con cosa ritenete sia meglio fare il mantenimento della funzion ? Dovrebbe essere un mezzo sigillante no? Quindi reload? C2 diluito 1:12 oppure 1:20? O cosa?

Vedere il profilo dell'utente

99 Re: La cera e il suo mantenimento il Dom 14 Apr 2013 - 8:36

ciccante88


Detailer Superesperto
giovanni92 ha scritto:Con cosa ritenete sia meglio fare il mantenimento della funzion ? Dovrebbe essere un mezzo sigillante no? Quindi reload? C2 diluito 1:12 oppure 1:20? O cosa?

essendo una cera puoi usare un QD oppure il classico Reload sarà più che ottimo! l'ho applicato su svariate cere con soddisfazione!

Vedere il profilo dell'utente

100 Re: La cera e il suo mantenimento il Dom 14 Apr 2013 - 11:34

Giovanni92


Laureato in Detailing
Il reload però mi sembra si capire che sia più adatto ai sigillanti no?

Vedere il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 4 di 7]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum