LaCuraDellAuto - Detailing Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!


Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Detailing » Esterni: pulizia e cura di tutte le superfici esterne. » Ausili per pulizia: carrelli, schiene rotte, ecc.

Ausili per pulizia: carrelli, schiene rotte, ecc.

2 partecipanti

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Craftdes

Craftdes
Apprendista Detailer

Ausili per pulizia: carrelli, schiene rotte, ecc. Carrello

Uno dei principali problemi, per chi come me non è più un giovincello è il fatto di doversi piegare per l'operazione di insaponatura della spugna nei secchi, strizzatura, ecc. che, unito a tutte le altre volte che si si piega durante il lavaggio, diventa un massacro per la schiena.

Nel caso del rinseless che io pratico, questo avviene in continuazione, perché facendo un pannello alla volta, ci si piega di continuo.

I secchi si portano facilmente in giro appoggiandoli su una base a rotelle, ma nessuno ha mai pensato di inventare un sistema che porti il secchio ad altezza busto, così da permettere un processo di lavorazione che aiuta a non rompersi la schiena (nel mio caso già successo!)?

Io me lo sono anche disegnato... in questo caso per un secchio, ma può essere per due, ecc. se qualcuno lo mette in produzione me lo dica  Very Happy

Se invece esiste già qualcosa del genere...

Sagittarius

Sagittarius
Detailer Novello

Bella idea!
Nel negozio c'è Auto Finesse Dolly oppure Poka premium WWP; si potrebbero modificare artigianalmente smontando le rotelle e applicando 4 gambe di lunghezza sufficiente. (se le rotelle si possono smontare) Però...guardando il costo di questi articoli.....

Craftdes

Craftdes
Apprendista Detailer

Infatti, il problema è il prezzo di partenza, che sommato ai pezzi nuovi necessari, il rischio di fare danni e il tempo, forse porta al fatto che il giocon non vale la candela.

So che i dipintori usano un sistema fatto da quattro gambe sagomate su ruote, che sostiene il secchio di pittura, molto spartano, ma i prezzi superano i 100€, un po’ troppo secondo me.

Eppure il problema di prevenzione di una malattia professionale ormai diffusissima anche tra i giovani, potrebbe essere certamente un punto di partenza per un prodotto simile.

Certamente ci vogliono competenze tecniche per immaginarlo a livello industriale, a livello amatoriale penso sarebbe molto semplice da realizzare, basta saperci un po’ fare con il DIY.

I pezzi si trovano in qualsiasi Leroy Merlin… il problema è saperci fare!

Sagittarius

Sagittarius
Detailer Novello

Già è vero...e poi la struttura deve reggere il peso di un secchio pieno di acqua : circa 20 kg più eventuali attrezzi , panni, flaconi.
Forse si potrebbe usare un tavolino a rotelle usato, d'occasione ecc.

Craftdes

Craftdes
Apprendista Detailer

Esatto, amatorialmente (passami il termine) penso che il punto di partenza potrebbe essere una base spessa almeno 5 cm. in legno con i fori, su cui applicare quattro gambe di metallo di quei tavoli che si compongono facilmente (vedi Ikea) due o quattro porta asciugamani da avvitare ai lati e dovrebbe bastare.

Probabilmente una barra di metallo posta in diagonale e saldata sulle gambe, nella parte sotto il ripiano, a fornire supporto sarebbe molto utile.

A livello industriale ho già l’idea tecnica (come designer ho molta fantasia e qualche conoscenza di strutture) ovvio che costerebbe di più.
Ma forse, i processi industriali, le quantità producibili (a mio avviso sarebbe molto apprezzato) e un’attento studio sui margini di profitto, lo porterebbero a prezzi che un “pro” pagherebbe volentieri  per un approccio al lavoro più funzionale e salutare.

Il mal di schiena e le quasi garantite protrusioni derivanti dai continui piegamenti e movimenti quando si lava, tratta e si ha cura dell’auto  (e a volte ernie) ti rovinano il benessere di vita.

Sagittarius

Sagittarius
Detailer Novello

Ausili per pulizia: carrelli, schiene rotte, ecc. Carrel10


Esiste, ma costa un botto

Sagittarius

Sagittarius
Detailer Novello

Ausili per pulizia: carrelli, schiene rotte, ecc. Carrel11

Craftdes

Craftdes
Apprendista Detailer

Sagittarius ha scritto:Ausili per pulizia: carrelli, schiene rotte, ecc. Carrel10


Esiste, ma costa un botto

Bravo, intendevo proprio questo... l'ho visto usare da alcuni dipintori.

Costa tantissimo, non credo li spenderei.

Sagittarius

Sagittarius
Detailer Novello

No, infatti.
Poi le routine così piccole fanno fatica a girare in un cortile che, se non è asfaltato, ha una superficie irregolare, ghiaiata, sterrata o altro.
Mettere il bidone su di una vecchia sedia........ Potrebbe andare, la si lascia fissa a fianco dell'auto.

Craftdes

Craftdes
Apprendista Detailer

Sagittarius ha scritto:No, infatti.
Poi le routine così piccole fanno fatica a girare in un cortile che, se non è asfaltato, ha una superficie irregolare, ghiaiata, sterrata o altro.
Mettere il bidone su di una vecchia sedia........ Potrebbe andare, la si lascia fissa a fianco dell'auto.

Si, ci avevo pensato, una sedia a fianco, che ti porti lato per lato dove serve... ovviamente farci stare i due secchi per chi fa il lavaggio tradizionale è un pò "da equilibristi".

Sagittarius

Sagittarius
Detailer Novello

A proposito dei due secchi io non sono tanto convinto che sia utile il secchio per risciacquare il guanto.
Non è detto che le particelle di sporco, sabbiolina, ecc si depositino sul fondo velocemente ; secondo me rimangono in sospensione nell'acqua .
Io risciacquo il guanto in acqua corrente dopo alcuni passaggi sulla carrozzeria .
Ma io dispongo di garage con rubinetto.
Altri utenti del forum scrissero ciò , in passato, avendo il mio stesso dubbio.

Craftdes

Craftdes
Apprendista Detailer

Non ho la competenza per stabilire se tale aspetto sia correttO, ma la domanda me la sono posta 1000 volte: basta strofinare un guanto su una grata per togliere tutto lo sporco?
Del resto la pratica due secchi però è uno standard.

Io dopo una breve esperienza coi due secchi al self (obbligato perché abito in condominio) e la scomodità di orari, cose fatte mezzo di nascosto, ecc., mi sono votato al rinseless.

Lo pratico in garage, dove anche io ho il rubinetto (sebbene l’idea di sciacquare il guanto/spugna non mi sia mai venuta!) quando e come voglio, non ho problemi di sole, freddo, caldo.
Consumo pochissima acqua e oggi come oggi ha anche un suo perché, diciamo.

Prima andavo al self a fare il prelavaggio, ma ora ho un po’ migliorato la procedura e un certo tipo di “pre-wash” ho imparato a gestirlo con ONR e altri prodotti anche col rinseless.

All’inizio usavo comunque i due secchi, per la sicurezza, ancora lo faccio, sciaquo il guanto ogni 2/3 pannelli, mi piacerebbe arrivare al punto di risparmiare anche quei 3/4 litri del secondo secchio.

Certo sia chiaro ci sono delle regole:

1. Auto protetta
2. Prodotti e tecnica adeguata
3. Grado di sporco

Sul punto 3) però la forza sel rinseless è proprio quella che puoi lavare velocemente, comodamente e efficacemente quando vuoi, senza doverti spostare (nel caso di chi vive in consominio, no ha idro, ecc.) quindi l’auto, di default, non sarà mai troppo sporca.


Contenuto sponsorizzato



Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.