Il sito numero 1 in Italia per Detailing e Cura DellAuto!

Non sei connesso Connettiti o registrati

LaCuraDellAuto - Detailing Forum » Detailing » L'arte della lucidatura: protezione e mantenimento. » La cera e il suo mantenimento

La cera e il suo mantenimento

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 3 di 7]

51 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 15:30

Toretto


Detailer Novello
Shocked Shocked
aspetta,ho detto in fase di asciugatura.cioe',asciuga l'auto senza spruzzare un QD,che secondo me e' sprecato!!!ma e' il mio parere.

Vedere il profilo dell'utente

52 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 15:42

cupitt


Campione 2013
Campione 2013
E' proprio li che invece ha un senso usarlo Wink


_________________
LE MIE " RICETTE "


Vedere il profilo dell'utente

53 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 16:03

myrx-8


Detailer Novello
cupitt ha scritto:E' proprio li che invece ha un senso usarlo Wink

Concordo in pieno....a mio avviso questo è l'utilizzo più sensato dei QD.

Vedere il profilo dell'utente

54 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 16:57

drew1893


Detailer Novello
Personalmente io uso il QD anche dopo l'asciugatura, mi capita spesso tornando a casa dopo il lavaggio Per rifinire, qualche gocciolina dalle guarnizioni scappa sempre e comunque in ogni caso il gloss ringrazia.

Vedere il profilo dell'utente

55 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 17:04

Emanuele B


Moderatore
Io pero' non uso mai un qd come assistente all' asciugatura pur avendo un risultato swirl-free : secondo me la tecnica di lavaggio - asciugatura e ' il requisito essenziale per ottenere quell' obbiettivo .
Dobbiamo inoltre dire che esistono molteplici tipologie di Qd , alcuni piu' clean-oriented ed altri piu' gloss-oriented

Con questo voglio dire che anche qui tutto e' molto relativo e personale


_________________


GUARDA I MIEI DETAILING
.....( grazie chef !! )

Pricipi di dettagliologia vissuta

1) Il 4° vizio capitale ......che roba brutta !

2) il detailing lo fa il detailer .....i prodotti aiutano (ma vanno saputi usare !!)

3) Senza l' U Factor  sei un brocco
Vedere il profilo dell'utente http://www.rossorubinocardetailing.com

56 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 17:26

Admin


Admin
Esatto, ragazzi, quoto Manu: non tutti i quick sono uguali per composizione e chimica. E qui entra in gioco la soggettività del risultato. E' normale, per esempio, che alcuni amino un qd e ne detestino un'altro mentre altri pensino esattamente il contrario.

@ nickola è giusta la tua osservazione e ti rispondo:la guida parte da un presupposto che rimane valido: per mantenere una protezione (cera o sigillante che sia) un qd è sempre di aiuto perchè permette anche la veloce pulizia senza ricorrere necessariamente a sgrassatori ecc...
Qui però stiamo scendendo molto nel dettaglio (appunto detailing) sviscerando ed analizzando un argomento molto più di come di potrebbe fare nelle guide. Wink

P.S. che centra la stratificazione? Rimaniamo OT please anche perchè già così ci sarebbe molto da scrivere Wink


_________________
"Frequent car care is easy car care" Barry Meguiar
Vedere il profilo dell'utente http://www.lacuradellauto.com

57 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 17:31

Toretto


Detailer Novello
cupitt ha scritto:E' proprio li che invece ha un senso usarlo Wink
. Non penso che con un gold plush xl se non si usa un QD si formano swirl. Io non strofino per asciugare,stendo il panno e ci passo le mani sopra. Perfetto!

Vedere il profilo dell'utente

58 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 17:44

Math87


Detailer Novello
Come mantenimento della Collinite dopo il lavaggio attualmente uso Last Touch, come lo vedete? perché ho qualche dubbio che sia anche un "cleaner"...

Vedere il profilo dell'utente

59 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 18:07

cupitt


Campione 2013
Campione 2013
Per me e' essenziale in asciugatura , il solo panno lascia sempre un velo sottile di acqua
Ma qui siamo OT Wink


_________________
LE MIE " RICETTE "


Vedere il profilo dell'utente

60 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 19:23

ciccante88


Detailer Superesperto
infatti tra un d155 e un'm34 ad esempio, il primo mi sembra anche più aggressivo sulla protezione calcolando che come pulitore veloce lo uso in diluizione 1:1 (lo so che andrebbe usato puro Smile e invece il secondo puro! il primo anche così facendo tende a indebolire la cera, certo però pulendo alla perfezione; quindi lo stesso discorso viene riportato in fase di asciugatura che spruzzato puro verrebbe diluito!
quoto cupitt per il fatto che rimane una piccola umidità se in fase di asciugatura viene usato il tamponamento ma io userei successivamente un protettivo spray inerente al tipo di protezione presente, soprattutto per un buffing migliore...secondo me così facendo si lavora al sicuro e senza incertezze di indebolire nulla! va a finire che dovrò fare delle prove in laboratorio coi microscopi elettrici! Laughing

Vedere il profilo dell'utente

61 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 19:40

nikolino


Apprendista Detailer
quindi, a prescindere da come vengono adoperati, i Qd, indeboliscono o no la protezione.. se usati troppo spesso?

Vedere il profilo dell'utente

62 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 19:43

DavideSR


Moderatore
ciccante88 ha scritto:infatti tra un d155 e un'm34 ad esempio, il primo mi sembra anche più aggressivo sulla protezione calcolando che come pulitore veloce lo uso in diluizione 1:1 (lo so che andrebbe usato puro Smile e invece il secondo puro! il primo anche così facendo tende a indebolire la cera, certo però pulendo alla perfezione; quindi lo stesso discorso viene riportato in fase di asciugatura che spruzzato puro verrebbe diluito!
quoto cupitt per il fatto che rimane una piccola umidità se in fase di asciugatura viene usato il tamponamento ma io userei successivamente un protettivo spray inerente al tipo di protezione presente, soprattutto per un buffing migliore...secondo me così facendo si lavora al sicuro e senza incertezze di indebolire nulla! va a finire che dovrò fare delle prove in laboratorio coi microscopi elettrici! Laughing
In realtà è l'esatto contrario...basta leggere l'etichetta.
Mi sa che non hai mai letto questo topic: http://www.lacuradellauto.com/t301-i-pulitori-meguiar-s-professional-d155-m34-m135?highlight=i+pulitori+meguaris

Vedere il profilo dell'utente

63 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 19:54

PELO


Laureato in Detailing
allora, il mio punto di vista è questo. Io sono un purista a cui non piace mescolare i prodotti (sia i protettivi che i cicli di lucidatura.....anche se le differenze tra le due cose sono molte) e sono del parere che un protettivo, naturale o sintentico che sia, va lasciato lavorare così come il produttore l'ha creato. Diverso il discorso sui nano "duri" tipo CQUARTZ, C1, Extreme Plus, etc etc: praticamente ogni trattamento di questo tipo ha il suo protettivo spray di mantenimento (anche se questi ultimi si comportano benissimo anche da soli) ed il loro uso è raccomandato per allungare la durata del trattamento, avere sempre un gloss ai massimi livelli, bell'effetto al tatto e a volte maggiore idrorepellenza.
Per i quick detailer, devo dire che (per fortuna...) mi è capitato di utilizzarli per rimuovere contaminanti improvvisi davvero pochissime volte. Non dimentichiamo che alla fine sono sempre dei pulitori, alcuni più potenti e altri meno, ma sempre dei pulitori. Sicuramente su una cera naturale sono molto più "pericolosi", ma comunque non si può dire che lasciano il protettivo intatto. Io onestamente all'inizio utilizzavo spesso il D155/Fast cleaner per l'asciugatura, ma devo dire che eseguendo il lavaggio alla perfezione e utilizzando bene il panno per l'asciugatura, il rischio di swirl rimane molto basso. Io faccio così: dopo il risciaquo con l'idropulitrice, ne faccio uno ulteriore con il solo tubo dell'acqua a distanza ravvicinata alla carrozzeria: in questo modo, ovviamente su un'auto protetta, sulla macchina rimangono davvero pochissime gocce d'acqua. L'asciugatura la eseguo con due panni e vado a lavoro finito pannello per pannello: LCDA high speed per primo e subito dopo il Miracle Towel/LCDA double face dal lato a pelo lungo. Poi, come già detto da altri, entrano in gioco i gusti personali Very Happy

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

64 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 20:18

ciccante88


Detailer Superesperto
DavideSR ha scritto:
In realtà è l'esatto contrario...basta leggere l'etichetta.
Mi sa che non hai mai letto questo topic: http://www.lacuradellauto.com/t301-i-pulitori-meguiar-s-professional-d155-m34-m135?highlight=i+pulitori+meguaris


[L'ho letto parecchio tempo fa, poi ho comprato il prodotto e seguito la guida, solo credevo di non averla seguita alla lettera e mi confondevo con l'm34 che va puro!A parte questo,] cmq sia anche se verrà diluito ancora di più dall'auto bagnata, in proporzione minore ma farà sempre il suo lavoro di pulitore anche sulla protezione, che però di conseguenza i suoi pro si faranno notare ancora di meno perchè magari non si avrà un gloss al massimo(quindi un risultato incerto)ma la protezione leggermente indebolità!quindi secondo me il gioco non vale la candela ma è meglio puntare su altri prodotti veloci per giovare di tutti i loro pro non indebolendo nulla!
quoto il ragionamento di PELO! cheers

Vedere il profilo dell'utente

65 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 20:39

DavideSR


Moderatore
Visto che l'argomento è il mantenimento della cera non credo di andare, a questo punto, OT cercando di capire il principio di funzionamento di quei prodotti "brillantanti", differenti dalle cere "rompiacqua", che catturano il calcio, evitando la formazione di macchie, e facilitano la "autoasciugatura" del veicolo, di questi ce ne parlò Marco di Ma-Fra. Che chimica hanno? Come agiscono?
Se risultassero delicati sulla cera diverrebbero utili nel suo mantenimento e sostituirebbero i QD nella fase di asciugatura. Chi ne sa di più?

Vedere il profilo dell'utente

66 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 21:05

bonex


Apprendista Detailer
Assolutamente non credo che DavideSR sia OT. In effetti dentro al mantenimento ci andrebbe anche il tipo di shampoo usato, però qui si sa quali sono "gentle" e quali "aggressive". Sarebbe bello esistesse un prodotto dedicato all'asciugatura, con agenti lubrificanti e nessun potere pulente, magari con l'aggiunta di carnauba, così si asciuga e si mantiene al meglio. Correggetemi se dico castronerie!!

Vedere il profilo dell'utente

67 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 21:13

niky


Detailer Novello
Quoto bonex.
Potrebbe essere un idea per i prossimi prodotti by LCDA!! bounce

Vedere il profilo dell'utente

68 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 21:15

cicciovecchio79


Laureato in Detailing
Si si le conosco,sono le varie cere d asciugatura,come la SPECCHIO,DRY AGENT,SILVER WAX,DROP CLEAN,SOFFIO e poi ne esistono anche 2 che contengono polarite...si dovrebbero aggirare su PH 5,ma se si calcola che la diluizine e' 1:500...l aggressivita' sulla protezione e' quasi nulla...io personalmente avendo l acqua molto dura,le uso ad ogni lavaggio

Vedere il profilo dell'utente

69 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 21:22

ciccante88


Detailer Superesperto
e da dove li hai ricacciati questi prodotti? confused

Vedere il profilo dell'utente

70 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 21:31

cicciovecchio79


Laureato in Detailing
Sono l ambasciatore MA-FRA nel mondo no Laughing Wink

Vedere il profilo dell'utente

71 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 23:12

nickola


Detailer Novello
siamo OT con asciugatura Very Happy
per una pulizia di mantenimento sono consigliate per asciugatura anche dei QD .
esempio
Optimum Instant Detailer & Gloss Enhancer; Chemical Guys Speed Wipe (Anti-Static) Quick Detailer; Dodo Juice Time to Dry Drying Detailer; Poorboy's World Spray & Gloss (S&G),etc...
in mantenimento i QD gioca un ruolo importante,alcuni QD sono consigliate per dare un aiutino per rimuovere piccole goccioline di acqua, ma la base rimane facilissima tecnica sheeting +soffiatore+MF
quoto che diceva Manu+Admin... occhio all0'etichetta, cercate sempre info,maggior parte dei produttori fornirà almeno qualche tipo di linea guida
scusa per OT Smile

Vedere il profilo dell'utente http://www.gamshinedetailing.com/

72 Re: La cera e il suo mantenimento il Gio 25 Ott 2012 - 23:46

robair_68


Apprendista Detailer
A proposito di d155 , a volte definito 'aggressivo' nei confronti delle cere naturali , è da notare che in realtà questa aggressività si manifesta unicamente con l'interazione delle cere in esso contenute con quella già presente , e non con un'azione chimica che distrugge la protezione esistente se non particolarmente tenace , in quanto il pH del prodotto è in realtà assolutamente neutro , come riportato sulla scheda di sicurezza :

http://multimedia.3m.com/mws/mediawebserver?mwsId=SSSSSufSevTsZxtUo82eNx_ZevUqevTSevTSevTSeSSSSSS--&fn=27-4753-3.pdf

A mio avviso è una cosa piuttosto importante da rilevare . In altre parole spruzzare d155 , così come m34 ad esempio , sia durante che dopo la fase di asciugatura non è equiparabile a spruzzare un prodotto che 'divora' la cera come un decerante ( d108 , tarx ecc. ) ma un prodotto che può alterarne eventualmente alcune caratteristiche .

Vedere il profilo dell'utente

73 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 1:32

-SiMo-


Detailer Novello
Assolutamente d'accordo...sicuramente non saranno mai come d108, Supermafrasol, ecc. Ma un QD ha la caratteristica di essere anche un pulitore quindi probabilmente qualche caratteristica della cera la potrebbe variare...certo che un paio di spruzzate di QD in fase di asciugatura fanno comodo ma ritengo comunque che sia più indicato usare prodotti specifici di stesse marche che abbiano una base chimica simile e che siano studiati apposta per questo...

Vedere il profilo dell'utente

74 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 6:49

ciccante88


Detailer Superesperto
Sono d'accordo anche io in questo, sicuramente i prodotti appositi per la pulizia da sgrassatura come il d108 e' chimicamente aggressivo, pero' non capisco il perche' le cere presenti nei QD siano le responsabili di indebolimento della protezione base e invece la stratificazione di cere vere e proprie, parlando anche di quelle spray non sono bannate?! La logica mi porta a pensare che e' il prodotto in se stesso, essendo cmq un pulitore, ad essere il responsabile di tutto questo con tutte le conseguenze del caso! Poi non so...illuminateci!

Vedere il profilo dell'utente

75 Re: La cera e il suo mantenimento il Ven 26 Ott 2012 - 7:09

PELO


Laureato in Detailing
il ph neutro non vuol dire nulla. uno shampoo a ph neutro toglie comunque lo sporco? si. perchè comunque è un detergente. le cere contenute nei quick detailer (non tutti) hanno più che altro la funzione di lubrificante per prevenire graffi durante la pulizia col panno, non di protezione. poi ci sono anche qd che applicano anche un minimo di protezione, ma la ritengo un'altra categoria di prodotti rispetto ai classici d155/m34/fast cleaner

Vedere il profilo dell'utente http://www.elmocarcare.it

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 3 di 7]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum